lunedì, 12 , Aprile
spot_img

Prima pagina

Troppi escrementi di cane nei pressi della nuova scuola di Magliano De’ Marsi, le lamentele dei genitori

Magliano Dei Marsi – “I nostri figli a volte vanno da soli a scuola, e tornano con le scarpe e gli zaini (trolley) sporchi e dal cattivo odore” – Comincia così la lamentala di uno dei genitori dei bambini che frequentano la nuova scuola inaugurata a settembre. “Il comune che si trova nel lato opposto è pulito, – fa notare – vogliamo invitare i vigili presenti ogni giorno all’entrata e all’uscita della scuola a controllare e multare chi sporca, vogliamo maggior controllo per verificare se, il posto è  scelto appositamente dai proprietari dei cani, o se si tratta di cani randagi comunque di trovare una soluzione sopratutto perché è un’area dove transitano i bambini”.
Ad Avezzano invece alcuni cittadini sembrerebbero lamentarsi di una nuova moda, che è quella di gettare escrementi di animali domestici direttamente dai balconi degli appartamenti, non curanti dei passanti.
Il vivere con un animali domestici porta molti benefici e le ricerche scientifiche ne danno conferma Cio’ che la legge ricorda, e’ che ci sono anche dei diritti e dei doveri da rispettare.
La legge riforma del condominio legge 220/2012 ha modificato la normativa che riguarda il possesso di animali domestici all’interno di un condominio, la prima novità risiede nel fatto che non può più essere vietata dagli altri condomini la possibilità di tenere un animale nel proprio appartamento, (modifica dell’ articolo 1138 del codice civile). Lo scopo della nuova legge è quello di non impedire la scelta personale di qualcuno che vuole coabitare con un animale domestico, perché è considerato un vero e proprio componente della famiglia. C’è un unico caso in cui è ammesso il divieto di detenzione degli animali in un contratto di locazione il proprietario di casa può Infatti specificatamente vietare all’inquilino il possesso di animali indicandola come clausola nel contratto di affitto in questione.
Comunque la loro presenza comporta delle regole che bisogna rispettare, Infatti, se così non fosse, il condominio può chiederne l’estromissione in specifiche circostanze (,quali ad esempio, la mancanza di igiene o patologie dell’animale) appositamente documentate (da ASL anche da veterinari privati). Tra le regole da rispettare ricordiamo che:
  • il cane che circola libero negli spazi comuni deve sempre indossare il guinzaglio corto;
  • il proprietario è tenuto a vigilare sul suo cane affinché non arrechi danni agli altri e non sporchi (occorre sempre portare con sé la busta per i bisogni);
  • Per quanto riguarda la museruola, invece, il padrone deve portarla sempre con sé e deve farla indossare al cane in caso di necessità, per esempio in ascensore va messa sempre ( Ministero della Salute ordinanza 6.8.3023 Gazzetta Ufficiale 6.09.13).
  • qualsiasi Delibera condominiale che imponga restrizioni agli animali che per esempio impedisce al cane di usare l’ascensore è annullabile dal giudice e l’interessato può presentare ricorso al tribunale entro un mese.
- Advertisement -

Promo Box



segnalate

TERRE MARSICANE VIDEO