Eccesso di clostridium perfringens: divieto di utilizzo dell’acqua per il consumo umano a Oricola



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Oricola – Pochi giorni fa era stato vietato l’uso dell’acqua per il consumo umano nella frazione di Civita di Oricola, adesso lo stesso divieto viene adottato anche per i cittadini di Oricola capoluogo. A disporre tale obbligo è lo stesso Sindaco del paese marsicano, Antonio Paraninfi.

Come si può leggere nel dispositivo sindacale, “a seguito di prelievi nella fontana pubblica ubicata nei pressi del municipio di Oricola, l’acqua prelevata presenta un eccesso di clostridium perfringens (spore comprese) e pertanto la risorsa idrica che serve la predetta fontana ed il relativo comprensorio “non può essere utilizzata per il consumo umano sino al rientro dei valori entro i limiti previsti dalla vigente normativa, previa ripetizione delle analisi da parte dello scrivente Servizio”“.

LEGGI ANCHE

Eccesso di batteri: vietato l’utilizzo dell’acqua per il consumo umano nella frazione di Civita di Oricola