Eccellenza, sconfitte entrambe le marsicane. L’Alba Adriatica si impone di misura al Dei Marsi, il Capistrello perde e non convince in casa del Delfino Flacco Porto

Avezzano  – Continua di pari passo il cammino di Avezzano e Capistrello nel campionato di Eccellenza. Dopo le vittorie all’esordio, i pareggi nel secondo turno, arriva per entrambe le squadre marsicane la prima sconfitta nel torneo. 

I biancoverdi perdono di misura, tra le mura amiche, contro l’Alba Adriatica: il tabellino finale dice 0 a 1, con gli uomini di mister Rullo poco incisivi sotto porta e che pagano il poco cinismo in zona gol.  Oltre al palo colpito da Blanco, i pericoli maggiori arrivano da Spinola che, però, non trova mai la via della rete.
Gli adriatici, che non avevano ancora vinto in campionato (venivano da due pareggi), riescono a fare bottino pieno su un campo complicato grazie alla rete di Davide Di Nicola, al 31′, su calcio di punizione imprendibile per Patania, appena tornato nella Marsica dopo la parentesi della scorsa stagione sempre col club di via Ferrara.
L’impressione è che all’Avezzano dopo tre giornate, nonostante la buona rosa per la categoria, manchi un po’ di cattiveria e, forse, un pizzico di qualità in più a centrocampo, il reparto che dovrebbe assistere gli attaccanti negli ultimi venti metri.
Il tecnico Erminio Rullo commenta così al termine dei novanta minuti:

Eccellenza, sconfitte entrambe le marsicane. L'Alba Adriatica si impone di misura al Dei Marsi, il Capistrello perde e non convince in casa del Delfino Flacco Porto
Erminio Rullo (foto M. Conti)

Una sconfitta è sempre una sconfitta. Sono tre punti persi. Ho poco da rimproverare ai ragazzi, abbiamo preso un gol su calcio di punizione. I miei hanno giocato, hanno creato, c’è stata intensità e ci sono state occasioni. Il calcio, purtroppo, è fatto di episodi. Dobbiamo solo lavorare e migliorarci.

Il Capistrello, reduce da una vittoria proprio contro l’Avezzano in Coppa Italia (2 a 0 che non ha comunque permesso il passaggio del turno), crolla sotto i colpi del Delfino Flacco Porto.
I pescaresi archiviano la pratica in sei minuti: al 15′ Petre riceve da un lancio lungo, controlla, salta un avversario e col mancino fredda Di Girolamo. Poco dopo, al 21′, Silvestri da venti metri tira una rasoiata imprendibile per l’estremo difensore granata e sigla il definitivo 2 a 0. I ragazzi di Giordani faticano a reagire, complice anche l’inferiorità numerica dopo l’espulsione di D’Eramo al 40′; per i padroni di casa è normale amministrazione nella ripresa.

Eccellenza, sconfitte entrambe le marsicane. L'Alba Adriatica si impone di misura al Dei Marsi, il Capistrello perde e non convince in casa del Delfino Flacco Porto
Gianluca Giordani (foto V. Chiarizia)

 

L’allenatore marsicano si è espresso così dopo la partita:

Non c’è niente da salvare. Nella fase centrale del primo tempo siamo stati imbarazzanti. Complimenti agli avversari, ma ho visto cose, nei miei, che non mi sono piaciute. A volte le vittorie fanno male, non possiamo giocare con poca umiltà.

Adesso si complica la situazione in classifica per le due compagini, entrambe a quattro punti scendono in decima (Capistrello) e dodicesima posizione (Avezzano), con i biancoverdi già costretti a inseguire L’Aquila, capolista a punteggio pieno, per sperare nel ritorno immediato in Serie D.