Dopo 5 giorni di viaggio, sono arrivati a Cerchio i 45 bambini in fuga dall’Ucraina. Il sindaco Tedeschi: “Vittime innocenti di questa assurda guerra”. Con loro anche 7 adulti/Video e foto



Cerchio – Sono stati accolti tra gli applausi i 45 bambini orfani in fuga dall’Ucraina che questa sera sono arrivati a Cerchio. Con loro anche 7 adulti, accompagnatori e genitori. Dopo i primi momenti di trepidante attesa ed emozione, hanno ricevuto una calorosa accoglienza da parte della comunità. I 52 profughi, che alloggeranno in due appartamenti finora adibiti a casa famiglia e nell’ostello della locale sezione alpini, sono arrivati con un pullman della protezione civile. I bambini hanno tutti tra i 5 e i 12 anni.

In soli tre giorni, l’amministrazione comunale, con il supporto delle associazioni, ha predisposto il tutto: dormitori, docce, punto medico, sala per attività istruttive, mensa e un punto giochi. La protezione civile ha fornito letti e materassi, il Comune coperte e lenzuola. Il presidente regionale dell’associazione alpini ha fatto avere viveri, vestiti e giocattoli mentre la sezione alpini di Cerchio assicurerà loro la colazione, il pranzo e la cena.

“É una situazione straziante – ha dichiarato il sindaco Gianfranco Tedeschi alla nostra Redazione – però è evidente che questi bambini sono vittime innocenti di questa guerra. Piangono, hanno bisogno dei loro genitori e dei loro affetti. Sono stati per 5 giorni sopra questo pullman che li ha portati a Cerchio. Sono felice di poterli ospitare nel nostro paese. É forse la cosa più bella che ho fatto nei 25 anni in cui sono stato amministratore pubblico. Mi auguro che possano ritrovare presto il sorriso e possano trovare un futuro migliore di quello che oggi gli viene prospettato”.



Leggi anche