Digiuno per protestare contro la chiusura dei Tribunali minori in Abruzzo



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Dopo la settimana di digiuno di 24 ore svolta a Sulmona, promossa dall‘Ass.ne Gea e dal Comitato per l’Ambiente a sostegno delle iniziative atte ad evitare la chiusura dei tribunali di Sulmona, Vasto, Lanciano ed Avezzano, il mondo dell’economia solidale ha ampliato la sua azione nonviolenta del digiuno ai Gruppi di Acquisto Solidale abruzzesi e alle Banche del Tempo di Sulmona e Francavilla.

La salvaguardia di un diritto fondamentale per il vivere civile qual è quello garantito dalla giustizia di prossimità ha trovato sensibili alla solidarietà cittadini di vari centri abruzzesi, in primo luogo delle città interessate dal rischio di soppressione dei tribunali.

Per la prima volta dei cittadini abruzzesi hanno trovato su un obiettivo civilissimo le ragioni per agire insieme nell’azione nonviolenta di digiuno. Hanno aderito:
Francesco Guadagnoli Sulmona,
Pietro Di Paolo Sulmona
Mario Pizzola Sulmona
Adriano Maci Vasto
Luciano Sasso Lanciano
Fabio Leonardi Avezzano
Pina Rosato Banca del Tempo Francavilla
Vanessa Galli Alba Adriatica
Marco Torchetti Cepagatti
Francesco Di Perna Bellante

Il digiuno simbolico sarà portato avanti “a staffetta” da ogni singolo partecipante per 24 ore iniziando da lunedì 23 agosto e terminando il 29. In alcuni giorni i partecipanti saranno più di uno. Ringraziamo tutte le realtà di economia solidale aderenti, le persone che hanno deciso di partecipare attivamente e tutti coloro che vorranno sostenere questa iniziativa.

Comunicato stampa Ass.ne di economia solidale Gea