Da venerdì torna il freddo invernale, gelate al Centronord



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Da una stima sulle conseguenze dell’irruzione della massa d’aria artica prevista per la seconda metà di questa settimana, si può dire che è molto probabile un crollo tra i 7 e i 12 gradi fra i valori registrati lunedì e quelli che previsti per venerdì. Come riportato da Meteo.it

In particolare, si è partiti lunedì da valori primaverili e in molti casi sopra la media (massime fra 15 e 20 gradi) per arrivare a venerdì a valori pomeridiani inferiori a 10 gradi in tutto il Centronord e di poco superiori al Sud. in definitiva, registreremo un crollo termico anche di 10-12 gradi che riguarderà anche le minime notturne le quali torneranno di nuovo sottozero in molte zone del Centronord, soprattutto nella notte tra venerdì e sabato. Saranno le regioni adriatiche e le zone alpine a subire maggiormente lo sbalzo termico, anche a causa dei venti settentrionali che, come sempre, accentueranno la sensazione di freddo.

Nella notte tra venerdì e sabato le temperature minime scenderanno sottozero in molte zone del Centronord con conseguenti gelate diffuse. Al Sud le minime saranno comprese tra zero e 8 gradi. Nelle temperature massime di sabato avremo i primi, lievi rialzi, specie nelle Isole. In particolare in Sardegna alla fine del giorno soffierà lo Scirocco che domenica favorirà un rialzo termico in tutto il Centrosud e sull’Alto Adriatico.