Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo
Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo
Opi – Che l’Abruzzo sia una regione abitata fin dalla Preistoria lo dimostrano i ritrovamenti di selci paleolitici oltre agli avanzi neolitici, che sono vari e copiosi, e le tracce umane che lasciano...
La stazione ferroviaria di Pescina e il progetto mai attuato di trasporto su rotaia dei prodotti del Fucino
La stazione ferroviaria di Pescina e il progetto mai attuato di trasporto su rotaia dei prodotti del Fucino
Pescina – In un’estate degli anni ’80 fece sosta presso la stazione F.S. di Pescina il famoso “Treno Verde” con una mostra itinerante organizzata dal Ministero dei Trasporti,...
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
Marsica – Erminio Sipari (Alvito 1869 – Roma 1968) è spesso ricordato per essere stato il fautore e primo presidente del Parco nazionale d’Abruzzo, uno dei pionieri della conservazione...
Castello baronale dei Colonna (Avezzano)
L’arrivo dei  Colonna nella Marsica: amministratori del feudo in fermento nel 1653
Dopo la morte di Marcantonio (24 gennaio 1659), gli successe nei possedimenti marsicani Lorenzo Onofrio Colonna che, alla metà degli anni ottanta del XVII secolo, incappò nella celebre guerra di successione...
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
È vero: Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum non sono località dell’Abruzzo. Però va anche detto che fino al 1963 l’Abruzzo e il Molise erano una sola Regione, ed ecco spiegato il mio...
pieralice
Giacinto De Vecchi Pieralice, un erudito tra il carseolano e Roma
Giacinto De Vecchi Pieralice (1842-1906) fu un intellettuale con vasti interessi culturali nel campo umanistico e storico. Nacque a Castel Madama (RM) il 16 dicembre 1842 da Michele Pieralice ed Eufrasia...
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Civita d’Antino – Il titolo originale dell’opera di Kristian Zahrtmann di cui parliamo è “Udenfor Seminariemuren i Civita d’Antino” che, tradotto in italiano, diventa...
Come vestivano i banditi Scarpaleggia e Simboli
Il banditismo nella Marsica nei secoli XVI-XVIII: complicità, aberrazioni e compromessi
Lo storico Julian Paz y Espeso, nella sezione manoscritti della Biblioteca Nazionale di Spagna (Archivio Simancas) ha sostenuto che nella prima metà del Seicento, prevalse nel viceregno napoletano il giudizio...
Cerca
Close this search box.
Home » Attualità » Covid-19 in Abruzzo, Di Benedetto: “vaccinare prima le zone dove il virus circola a livelli bassissimi”

Covid-19 in Abruzzo, Di Benedetto: “vaccinare prima le zone dove il virus circola a livelli bassissimi”

Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Anna Berardi
Anna Berardi
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Barbara Carolli
Barbara Carolli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Maria Gabriella Pietropaoli
Maria Gabriella Pietropaoli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Guida Maria Bonanni
Guida Maria Bonanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Maria Sireus
Maria Sireus
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dino Zaghini
Dino Zaghini
Vedi necrologio

Abruzzo – “Nell’intento di dare (finalmente) un’accelerata alla procedura di approvvigionamento e distribuzione dei vaccini anti-covid, evidentemente lacunosa finora se è vero come è vero che l’Abruzzo è tra le Regioni con minor numero di dosi somministrate (91.981) a fronte di quelle consegnate (129.950), il Governatore Marsilio dimostra di sbagliare nel metodo con cui intende operare questa declamata “svolta”, pianificando una redistribuzione delle dosi disponibili per l’Abruzzo finalizzata a incrementare la campagna nelle sole zone rosse“.

Questo dichiara il consigliere regionale Americo Di Benedetto (Legnini Presidente) e prosegue: “E lo fa, principalmente, nel voler giustificare il potenziamento del piano vaccinale sulle Province più colpite di Pescara e Chieti, quindi a discapito di L’Aquila e Teramo, col solo motivo di risultare quelle con più contagi nelle ultime settimane, non uniformando tutta la Regione e con ciò non tenendo conto, evidentemente, che il ragionamento più razionale (e non è un paradosso!) sarebbe invece proprio di vaccinare nelle zone dove il virus circola a livelli bassissimi e l’incidenza è molto meno drammatica (vedi la Provincia dell’Aquila!).

Prova ne è la Sardegna, prima Regione bianca d’Italia da pochi giorni, dove, pur sempre con obblighi di mascherine e distanziamento, è stata richiesta al Governo una corsia veloce per vaccinare tutti i sardi entro 45 giorni e consolidare l’isola nel percorso Covid-free”.

“Ancor meno aderente alla realtà, poi – scrive Di Benedetto – è la proposta del Governatore Marsilio di ritardare la somministrazione della seconda dose ai già vaccinati. Ipotesi davvero curiosa quest’ultima per il fatto che, ad oggi, non ci sono dati ufficiali per indicare con precisione per quanto tempo una seconda dose potrebbe essere ritardata senza comprometterne l’efficacia, come pure non è nota nemmeno la durata dell’immunità prodotta dal regime a due dosi o come la tempistica della dose influenzi l’immunità nelle persone anziane e immunocompromesse, dalle quali deriva la maggior parte dei ricoveri e dei decessi.

Ritardare, pertanto, il “richiamo vaccinale” potrebbe lasciare queste persone inadeguatamente protette e, contemporaneamente, impedire di raggiungere il principale obiettivo di alleviare l’aumento dei ricoveri ospedalieri; ed inoltre verrebbe meno l’alto livello di protezione da garantire al personale sanitario in prima linea e agli altri lavoratori essenziali, di fatto negando loro la possibilità di lavorare nel modo più sicuro, per se stessi e per gli altri. Piuttosto, un’idea concreta per accelerare la vaccinazione sarebbe quella di somministrare le dosi anche in occasione delle degenze ospedaliere con esigenze sanitarie diverse dal Covid-19, altro che differenziazioni territoriali“.

E’ inutile girare troppo intorno all’evidenza: occorrere vaccinare tutti e nel più breve tempo possibile, motivo per cui nessuna Regione può permettersi di diversificare i livelli di intervento vaccinale e rifornire maggiormente le zone più colpite rispetto ad altre in cui, invece, parrebbe persino più facile debellare il virus in virtù del minor numero di contagiati e, quindi, consentire un più rapido ritorno alla tanto agognata ‘nuova normalità’” conclude il consigliere Di Benedetto.

PROMO BOX

hera1
professoressa Barbara Carolli,
parco-nazionale-abruzzo-hd
Filomeno Babbo
Primario Luigi Zugaro con il sindaco Gianni Di Pangrazio
Il marsicano Andrea Mariani presta giuramento come nuovo diplomatico italiano
Oggi Tagliacozzo ricorda la figura di Santa Giovanna Antida con una messa in suo onore
rosario vescovo massaro terremarsicane
23 Maggio 1992 - 23 Maggio 2024: trentadue anni dalla strage di Capaci
Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo
A.S.D. LEONESSA AVEZZANO VOLLEY
443713756_8115691255116904_4022320104390566151_n
Castel di Sangro
Avezzano ritrova i nomi delle vittime dei bombardamenti di 80 anni fa: a loro sarà dedicato un monumento
L'associazione "360° solidale" dona un PC al reparto Pediatria dell'ospedale dell'Aquila
Antonio Fasulo presenta ad Avezzano i suoi "Giardini del male", libro proposto al Premio Strega Poesia 2024
Luce e gas, flop mercato libero: "bollette più care
Il Portavoce Unicef Italia Andrea Iacomini ospite del Consiglio dei Bambini e dei Ragazzi del Comune di Avezzano
immagine celebrazioni a teatro
Comune di Celano
SICUREZZA 3
pallone-da-calcio
In arrivo dal Mit 37,19 milioni di euro per 6 nuovi treni per l'Abruzzo
Divieto di utilizzo, per consumo umano, dell'acqua della fontana di via Fonte Vecchia a Pereto

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Anna Berardi
Anna Berardi
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Barbara Carolli
Barbara Carolli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Maria Gabriella Pietropaoli
Maria Gabriella Pietropaoli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Guida Maria Bonanni
Guida Maria Bonanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Maria Sireus
Maria Sireus
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dino Zaghini
Dino Zaghini
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina