fbpx

Il chirurgo Carducci da Avezzano alla Lombardia durante l’emergenza Coronavirus

Avezzano – Una grave emergenza sanitaria e un bando nazionale come “chiamata alle armi” per i medici di tutta Italia. Sono stati moltissimi i medici italiani che, all’inizio della situazione emergenziale dovuta alla diffusione del Coronavirus, hanno risposto al grido di allarme della sanità italiana, in particolare di quella lombarda. Uno di questi è un noto chirurgo dell’Asl 1 Avezzano Sulmona L’Aquila che lavora nel reparto di Chirurgia Generale dell’Ospedale di Avezzano, il dott. Giuseppe Carducci.

Essere qui è importante. E’ un grande privilegio avere l’opportunità di restituire anche una minima parte di tutto quello che c’è stato dato durante il terremoto di L’Aquila del 2009. La mia è stata una decisione istintiva e automatica” questa è la sua dichiarazione ai microfoni del TGR Abruzzo “lavoriamo in massima serenità e possiamo occuparci dei pazienti al massimo delle nostre possibilità. Ho trovato una situazione migliore di quanto mi aspettassi.”

Il medico di Torninparte non ci ha pensato due volte. Ha aderito al bando ed è partito verso una delle zone più colpite del Nord Italia, Gardone Val Trompia nel bresciano, per dare l’aiuto richiesto.

Un gesto coraggioso che dimostra quanto, soprattutto in queste drammatiche situazioni, sia forte il senso di solidarietà e di unità degli italiani.

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0.00
Send this to a friend