Coronavirus, due nuovi casi di Celano | Il sindaco Santilli, “Multe e denunce non bastano… dovete stare a casa!”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano – “È appena arrivata la nota ufficiale della Asl nella quale mi sono stati comunicati due nuovi casi accertati Covid19 di due persone di Celano”. Ad annunciarlo il sindaco Settimio Santilli.

“Come già ho avuto modo di dire mercoledì i contagi sono dovuti alla forte criticità della Clinica San Raffaele di Sulmona. Le due persone ricoverate nella stessa Clinica San Raffaele di Sulmona da diversi settimane per altre patologie pregresse legate a problematiche di deambulazione, sono tuttora ricoverate nella stessa.

Sento telefonicamente già da diversi giorni le persone contagiate e le loro famiglie le quali non hanno avuto contatto fisico con i loro cari già da diverso tempo. A loro sin d’ora a nome della Città di Celano che rappresento formulo i migliori auguri di pronta guarigione”.

“Oggi – continua il sindaco – per le vie della città sembra un venerdì legato al mercato in piazza. Multe e denunce non bastano. Cosa altro deve succedere per farvi capire che dovete rimanere nelle vostre case e rispettare le regole. Possibile che non si riesca a capire che lo dico per voi stessi? Il picco in Abruzzo è totalmente diverso da quello del nord e deve ancora arrivare. Dovete rimanere a casa”.