Castello baronale dei Colonna occupato da soldati spagnoli
La congiura del governatore di Avezzano in un contesto sociale corrotto e instabile (1680-1688)
Nel regno di Napoli e nella Marsica, come andiamo affermando, gli accordi tra viceré spagnoli e poteri feudali per il controllo delle risorse del territorio appaiono, per gran parte del Seicento, come...
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Tagliacozzo – La Porta dei Marsi di Tagliacozzo è uno dei luoghi iconici del paese marsicano. Si tratta di uno dei cinque ingressi medievali che consentivano l’accesso al borgo. Nell’immagine...
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Opi – Il 3 aprile del 1993 si tenne, a Pescasseroli, capitale del Parco, una conferenza dal tema: “La scoperta del primo giacimento di vertebrati fossili nel Parco”. Per la verità la scoperta fu...
Oltraggio del Gran Contestabile Sciarra Colonna al papa (lo schiaffo di Anagni)
Escrescenze del lago di Fucino, l’architetto Fontana e il Gran Contestabile Sciarra Colonna (1680-1683)
Per ragioni di spazio, pur omettendo numerosi altri episodi che determinarono la vita socio-economico-politica del territorio in questione, occorre accennare a fatti importanti con gradi diversi e sotto...
Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina
La fine della "Università degli Artigiani": dal Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina all'oblio totale
Pescina – Era il periodo post bellico, correvano gli anni ’50, e fu allora che la Pontificia Opera Assistenza del Vaticano, la concattedrale dei Marsi, Santa Maria delle Grazie, con l’allora...
Un disegno di Raffaele Fabretti (1683)
Spese e introiti delle stanghe colonnesi poste sul lago di Fucino
Ricostruendo la storia del feudo dei Colonna, è bene focalizzare la nostra attenzione su un altro corposo volume esistente nell’Archivio di Stato di L’Aquila, intitolato: «Lago di Fucine. Scritture dall’anno...
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
Avezzano – In passato, dalle nostre pagine, abbiamo mostrato, attraverso un’affascinante e interessante cartolina d’epoca, l’aspetto che aveva piazza Castello, ad Avezzano, prima...
Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo
"Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo"
Opi – Che l’Abruzzo sia una regione abitata fin dalla Preistoria lo dimostrano i ritrovamenti di selci paleolitici oltre agli avanzi neolitici, che sono vari e copiosi, e le tracce umane che lasciano...
Cerca
Close this search box.

Convivere con l’Orso, incontro pubblico nel Parco Sirente Velino

12 "incursioni" dell'orso marsicano in dieci giorni nella Valle Subequana e nella Valle dell'Aterno

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Antonio Marziani
Antonio Marziani
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Palmira Paris
Palmira Paris
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Fernando Damiani
Fernando Damiani
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Ubalda Lanciotti
Ubalda Lanciotti
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Ezio Galassi
Ezio Galassi
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elena Coco
Elena Coco
Vedi necrologio

Sono state 12 le “incursioni” dell’orso marsicano registrate in dieci giorni, prima delle festività pasquali, nel territorio della Valle Subequana e della Valle dell’Aterno. Le visite del plantigrado, spesso avvistato dalla popolazione, hanno messo in allerta numerosi cittadini, non abituati alla presenza dell’animale sul territorio. Il tema è stato al centro del tavolo richiesto dal presidente del Parco regionale Sirente Velino, Francesco D’Amore, al Prefetto dell’Aquila. 

“La presenza di orsi nel nostro territorio c’è da tempo, pur se parliamo di soli 2/3 esemplari. Negli ultimi anni, tuttavia, assistiamo a frequenti avvicinamenti dell’animale, soprattutto richiamato da fonti trofiche facilmente accessibili. In particolare, le recenti visite di un esemplare di orso hanno innescato un certo timore tra la popolazione. Per questo ho segnalato la situazione al Prefetto, chiedendo una riunione. Dal tavolo è emerso che gli esemplari presenti tra la Valle dell’Aterno e la Subequana non sono problematici, trattandosi di orsi non confidenti. Così è stato sufficiente avviare il monitoraggio e la sorveglianza da parte dei Carabinieri Forestali, in sinergia con l’Ente Parco”, sottolinea D’Amore. Inoltre, il Prefetto ha sollecitato l’organizzazione di un incontro informativo con la popolazione, che il Parco Sirente Velino ha programmato per il prossimo 5 giugno, alle 17:30, nella Sala polifunzionale di Corbellino di Fagnano Alto. 
“La gestione che il Parco sta portando avanti è finalizzata a raggiungere e promuovere l’equilibrio ambientale, attraverso la convivenza con l’orso: una convivenza che si raggiunge anche e soprattutto informando la popolazione sui comportamenti da tenere”. 

“La Regione Abruzzo – così, il vice presidente della Regione Abruzzo con delega ai Parchi e all’Ambiente, Emanuele Imprudente – grazie alla collaborazione con il Parco regionale Sirente Velino e con gli altri soggetti pubblici interessati dalla presenza del plantigrado, ha elaborato una serie di strumenti di tutela, monitoraggio e miglioramento dello stato di conservazione dell’Orso bruno Marsicano, tra cui: l’approvazione del PATOM (Piano d’Azione nazionale per la tutela dell’orso bruno Marsicano), l’istituzione del Focal Point, l’approvazione del protocollo d’intesa con RFI per migliorare la permeabilità delle infrastrutture ferroviarie da parte della fauna selvatica, l’accordo per l’indennizzo dei danni agli allevamenti di bestiame e ai piccoli pollai familiari e l’adozione di una strategia regionale di sviluppo sostenibile orientata all’istituzione di corridoi ecologici, oltre all’adozione di protocolli comportamentali per tutelare la presenza dei plantigradi nella zona”.
“Tutti gli sforzi compiuti a livello istituzionale e amministrativo devono, però, convergere con la formazione e la condivisione, da parte delle popolazioni dei territori interessati dalle ‘incursioni’ dell’orso, di comportamenti corretti orientati ai valori di convivenza e rispetto per la natura e per le nostre comunità locali che vivono in prima persona giustificati timori”, conclude Imprudente.

L’introduzione dei lavori sarà curata da Francesco D’Amore, nella duplice veste di Presidente del Parco regionale e sindaco di Fagnano Alto.
Interverranno Paola Morini, responsabile dell’Ufficio Scientifico del Parco regionale Sirente Velino, Serena Frau dell’Associazione Salviamo l’Orso, il Colonnello Nicolò Giordano, Comandante del Dipartimento Carabinieri Forestali, oltre ai sindaci dei Comuni della Valle dell’Aterno e della Valle Subequana. Il Colonnello Giordano evidenzia: “Le segnalazioni di avvistamenti sono frequenti e la cittadinanza ha manifestato l’esigenza di capire quali comportamenti adottare in caso di incontri e cosa fare nei confronti di questa specie protetta. Naturalmente, la posizione dei Carabinieri Forestali è netta: ricordare che l’orso è una specie in via d’estinzione deve fortificare il senso di responsabilità di ognuno, per rendere tutti consapevoli dell’importanza delle loro azioni. È necessario garantire la sopravvivenza di questa specie. Come? Innanzitutto illustrando i giusti comportamenti da tenere e facendo capire come l’animale possa avvicinarsi ai centri, spinto dal cibo troppo spesso semplice da raggiungere: tra rifiuti, alberi da frutta e altre fonti trofiche. Cercheremo di capire insieme, quindi, cosa si può fare per ridurre al minimo, nel rispetto reciproco, le occasioni di contatto”.

LEGGI ANCHE

Chiara Silvestri: brillante secondo posto al Campionato di Selezione NBFI (Natural Bodybuilding and Fitness Italy)
WhatsApp-Image-2024-06-10-at-12.16
Un orso bruno marsicano trovato morto tra Scanno e Rocca Pia: non si esclude l'avvelenamento
IMG-20240610-WA0009
Castello baronale dei Colonna occupato da soldati spagnoli
Una cascata di fiori riempie i cuori di gioia: giornata di raccolta fondi a Pescina
"Abitare in città. La domus di San Benedetto dei Marsi", il 15 Giugno visite gratuite per le Giornate Europee dell’Archeologia
Luco dei Marsi ha festeggiato i suoi quarantenni, sindaca De Rosa: "La nostra sala consiliare si è riempita di bellezza, sorrisi, allegria"
Chiuso il sentiero n. 6 di Monte Velino, CAI Avezzano: "Le forti piogge lo rendono esposto al pericolo frane"
100 anni fa veniva ucciso Giacomo Matteotti, un ricordo dell'eroe dell'antifascismo
Numero esiguo di alunni, chiude la scuola di Villetta Barrea: il "mondo a parte" con un finale amaro
franco
Lo spettacolo teatrale "L'italiano in scena - Ritorno ad Itaca"
alessandro piccinini
Kids having fun together in park
Orso trovato morto, AIDAA presenta un esposto: "In caso di avvelenamento, si cerchi nel mondo dei tartufai"
IMG-20240609-WA0037
Il coro parrocchiale di San Giuseppe di Pescina partecipa al IV incontro internazionale delle Corali in Vaticano
6416630_03085642_carabinieri
Lavori di messa in sicurezza del sottopasso di via Aquila ad Avezzano
SISEF (Società Italiana Selvicoltura ed Ecologia Forestale terremarsicane
WhatsApp Image 2024-06-08 at 21.55
bagnino fisa
IMG_2588

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Antonio Marziani
Antonio Marziani
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Palmira Paris
Palmira Paris
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Fernando Damiani
Fernando Damiani
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Ubalda Lanciotti
Ubalda Lanciotti
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Ezio Galassi
Ezio Galassi
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elena Coco
Elena Coco
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.