Comune di Trasacco

Epigrafe n. V

Lettera V (vu)
Di struttura ormai pienamente latina anzi romana con le due linee convergenti che si toccano.

Lettera E
Ha raggiunta la sua forma attuale con le tre lineette orizzontali alla linea verticale.

Lettera C
E’ più stretta e più precisa.

Lettera 0
Non presenta apparenti differenze con la N. 1 ad eccezione di una maggiore altezza derivante da una scrittura più densa.

Lettera S
Uguale nelle due tavole.

Lettera U
Come per la lettera V

Lettera P
Di tipo squisitamente marsicano.

Lettera N
Una delle poche consonanti in corsivo, a lince unite e con le esircmità quasi parallele.

Lettera A
E’ la vocale che più marca la differenza; qui ha raggiunto la forma attuale.

Lettera I
Niin manifesta differenze nei due testi.

Lettera T
Nella sua rudimentalità ha già acquisita una forma attuale con le due linee una orizzontale e l’altra verticale.

Lettera R
Molto vicina alla forma attuale con la parte destra che scende in basso quasi orizzontale alla estremità inferiore della linea verticale.

Lettera D
Molto stretta e abbastanza precisa.

Epigrafe n.1

Lettera V (vu)
Le due linee convergono, ma senza congiungersi.

Lettera E
Non comparisce mai e al suo posto c’è il segno II

Lettera C
Più aperta, meno precisa e con un leggero ritorno all’ indietro nella parte inferiore.

Lettera S
Uguale nelle due tavole.

Lettera U
Come per la Lettera V.

Lettera P
Manca del tutto nel testo.

Lettera N
Anche qui in corsivo, ma con linee non del tutto unite, e con le estremità non parallele.

Lettera A
Ci troviamo di fronte alla classica vocale dell’ alfabeto marso con la lineetta centrale che si appoggia ad una sola convergente e con inclinazione verso il basso.

Lettera I

Lettera T
E’ di forma arcaica con il trattino superiore che va dal basso in alto.

Lettera R
Incisione più imprecisa e con la parte destra che si ferma a metà s trada.

Lettera D
Ricorre una sola volta e appare più voluminosa e sbracata.

Lettera M
Decisamente aperta e corta più degli altri esemplari dell’alfabeto marso.

Lettera B
Movimento incerto e distacco netto delle due parti.

Nel complesso l’epigrafe N. 5 mostra una iscrizione più più prfonda più inquadrata, completa di indicazione; mentre la N. l rivela lettere più rozze e del tutto arcaiche.
E’ troppo profonda la differenza per poter stabilire quanto tempo intercorra tra l’una e l’altra.
La N. 5 si può collocare intorno al 200 a.C.; la N. 1 al VII secolo a.C.

Testi tratti dal libro “Trasacco prima di Roma”)
(Testi a cura di Don Evaristo Evangelini)

avezzano t2

t4

Confronto linguistico tra la I e la V epigrafe
Confronto linguistico tra la I e la V epigrafe

avezzano t4

t5