t1

t2

Conclusioni e stringato contributo all’Opera di Rinaldo Bianchi
L’idea di scrivere questo libro è stata una trovata geniale.

Per noi Lettori è un’occasione per conoscere e apprendere fatti e avvenimenti che sono il DNA del nostro Passato.

In questo caso il nostro Rinaldo non ha scritto solo un Libro, ma un’ Opera che permette, in primis a noi Collelonghesi, e a tutti gli studiosi, di conoscere meglio la società attuale, tramite la realtà socio-culturale-amministrativa, mediante Memorie di Storie vissute e Delibere Comunali dal 1943 al 1973.

Con il suo Lavoro l’Autore diventa testimone sensibile di una Vita che sembra distante anni luce ma che è sempre attuale per tutti noi, ormai entrati nel terzo millennio, che viviamo in un Mondo dove il concetto di

” Villaggio Globale ” cattura, insieme al tempo, anche lo spazio che ci circonda. Gli Argomenti trattati riescono in maniera chiara ed organica a conciliare non solo gli usi e i costumi, ma, in senso storico, raggruppano la concezione di Polis intesa come Cosa Pubblica, Pubblica Amministrazione. Insomma il Lavoro del nostro Concittadino rispecchia una realtà che rivisita la Storia della Splendida Comunità di Collelongo nel corso di un trentennio.

Un plauso Gli va fatto per l’impegno certosino profuso nella ricerca di notizie, ormai storiche, con una dovizia di particolari che sembra fatta “ad hoc”, come per alcune opere artistiche.

Fondamentali sono state le Sue ricerche ma soprattutto l’ascoltare, Dono che hanno pochi, i racconti dei 4 amici al Bar di Eva, dove in un’estate, ripercorrendo nel tempo i fatti avvenuti hanno saputo unire l’Utile al Dilettevole rendendosi partecipi di una Ricerca Storica sul Paese con Allegria, Simpatia e tanto Amore, che hanno vissuto tali Eventi e che sono stati determinanti per la stesura di questa Splendida Opera.

Rinaldo, in questa fase, ha svolto un Grande Lavoro di ricerca di archeologia archivistica orale e, con la Saggezza del buon archeologo, ci consegna questo Reperto che Collelongo dovrà conservare gelosamente come Testimonianza Storica.

Il Libro si legge con Infinito Piacere e Interesse, fa parte di quei Lavori che mentre lo hai tra le mani ti prendono “in Toto” e non possono essere lasciati a metà.

Tutti indistintamente dovremo essere grati all’Autore per la Volontà e la Passione profusa nel farci conoscere la nostra Storia ” fuori del tempo”.

C’è da dire, a Suo Merito, che con ciò Rinaldo Bianchi riconsegna a tutti una Collelongo ancorata alla Storia di ieri e di oggi ed al suo Passato, pronta ad accettare il Nuovo con la Sensibilità e l’Onestà che ha contraddistinto da sempre la Sua Gente.

Professor Sandro Valletta

Non vi sono sottopagine
Sei in: – CONCLUSIONI

avezzano t2

t4

CONCLUSIONI

t3

avezzano t4

t5