Riprese le ricerche dei quattro escursionisti, cento soccorritori sono pronti a tornare in vetta per riprendere a scavare

MASSA D’ALBE  – Riprese le ricerche dei quattro escursionisti dispersi da domenica. Le operazioni coinvolgono 60 unità del Soccorso Alpino e Speleologico giunte da tutta Italia, affiancate dalla Guardia di Finanza, dai Vigili del Fuoco, dalla Polizia e dal 9^ Reggimento Alpini di L’Aquila. Saranno impiegate anche le unità cinofile, addestrate al soccorso in caso di valanghe.

I tre elicotteri: del 118, dei Vigili del Fuoco e dell’aeronautica militare trasporteranno gli uomini sul luogo della valanga, in prossimità della Valle del Bicchero, dove si stanno concentrando le ricerche. Nell’area della slavina, larga 200 metri, lunga 600 metri e con uno strato di neve che supera i 6 metri di spessore, si utilizzano anche strumenti elettronici e sonde.

Aggiornamento 08:30 

Continuano le ricerche sul Monte Velino. Cento soccorritori, dal campo base allestito a Massa d’Albe, sono pronti a tornare in vetta per riprendere a scavare.
Sono passati quattro giorni, ma si continua a sperare che Tonino, Valeria, Gianmarco e Gian Mauro possano essere trovati.
Segnali Skype dal cellulare di uno dei dispersi hanno, infatti, riacceso la speranza.

Foto e video  di Manuel Conti