Grazie a Giuseppe Stornelli c’è anche un bel po’ di Avezzano nell’ultimo capolavoro cinematografico di Pupi Avati

Avezzano – Dopo l’incredibile (ma atteso) successo dell’omonimo romanzo, esce finalmente il 22 agosto nelle sale italiane il “Il Signor Diavolo”, ultimo film del grande regista Pupi Avati, preannunciato come capolavoro dagli esperti del settore. Ricordiamo come il consulente scientifico del film, ricco di pathos e di colpi di scena da lasciare senza respiro, è stato il noto medico legale avezzanese Giuseppe Stornelli che ha collaborato con il regista per due anni.

Il film parla di un delitto insolito e feroce, commesso da un adolescente che ha agito per vendetta contro colui che riteneva la vera causa della morte del suo migliore amico, deceduto secondo i medici per malattia. Ma Carlo, questo il nome del protagonista,  crede che la morte sia stata causata per via del sacrilegio commesso contro la sua volontà proprio dal giovane deceduto il quale con l’ultimo respiro annunciava la sua volontà di “tornare” dal mondo dei morti.

Nell’Italia del 1952, nel cattolicissimo Veneto in cui la Democrazia Cristiana domina incontrastata, un tragico caso di cronaca nera può trasformarsi in una catastrofe politica. Un ispettore del Ministero di Grazia e Giustizia viene inviato a Venezia da Roma per seguire il processo e calmare le acque.

         Proprio nei giorni scorsi nelle reti televisive nazionali Pupi Avati ha rilasciato una intervista nella quale ha affermato di pensare ad una saga sul “Signor Diavolo”. Ciò che invece è certo, dopo il successo di vendite del romanzo e gli apprezzamenti della critica alla premiere del film lo scorso dicembre, e che il regista sta già lavorando al sequel del romanzo e quindi poi del film nei quali il Dott. Giuseppe Stornelli, confermato dallo stesso Avati, sarà nuovamente il suo consulente scientifico.