Celano, Parco della Rimembranza e Fonti del Miracolo individuati come luoghi per celebrazioni di matrimoni



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Celano– La Marsica è ormai ripartita nella maggior parte della sua attività, commerciali e non, anche se persistono ancora delle limitazioni e l’obbligo di rispettare le misure di sicurezza e prevenzione contro il Covid-19.

Negli ultimi mesi, tra le altre cose, sono state molto penalizzate le cerimonie di ogni tipo, su tutti i matrimoni, con molte persone che, dopo aver programmato tutto nei minimi dettagli, si sono ritrovate a disdire o rimandare le proprie nozze.

Quest’oggi il sindaco di Celano, Settimio Santilli, però, ha comunicato una notizia che farà sicuramente piacere a tutti i futuri sposi, ma anche agli invitati. Il Parco della Rimembranza e le Fonti del Miracolo, a Fontegrande, sono state indicate come luoghi all’aperto dove poter celebrare promesse e matrimoni civili, in modo tale da consentire la partecipazione di un maggior numero di persone, ma nel pieno rispetto delle norme anti-Covid.

“Abbiamo individuato nel Parco della Rimembranza e nelle Fonti del Miracolo (località Fontegrande) luoghi idonei all’aperto dove poter celebrare le promesse e i matrimoni civili, considerato che ad alcuni detti matrimoni potenzialmente vuole assistere un numero di persone non idoneo ad esser contenuto nella sala consiliare rispettando al contempo le norme anticovid, ovvero divieto di assembramenti e distanziamento sociale di almeno 1 metro, oltre che indossare dispositivi di protezione individuale.
È una spinta ulteriore nel cercare di far ripartire le celebrazioni di matrimoni, da cui dipendono tanti altri settori lavorativi connessi e fondamentali della nostra economia”, ha spiegato il primo cittadino.