Carabinieri arrestano un latitante per furto e truffa e poi adottano il suo cane



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Abruzzo – Una storia molto particolare e sicuramente esemplare quella accaduta sulla costa abruzzese, per la precisione a Pineto. I Carabinieri del centro in provincia di Teramo hanno deciso di adottare un cane. Ma non un cane qualsiasi: hanno adottato il cane di un latitante che loro stessi avevano arrestato.

L’uomo, originario di Parma, era ricercato per furto e truffa. Gli agenti dell’Arma lo hanno individuato all’interno di un casale abbandonato nei pressi di Pineto dove cercava di nascondersi. Dopo averlo scovato e arrestato, i Carabinieri si sono accorti che con l’uomo c’era anche un cane, un pastore tedesco dal carattere mite e pacifico.

Gli uomini dell’Arma hanno deciso di prendersi cura dell’animale e, per questo loro gesto generoso, hanno ricevuto gli apprezzamenti da parte degli amministratori di Pineto e della presidente dell’ANTA Onlus, un’associazione che si occupa di animali abbandonati.

Il gesto dei carabinieri di Pineto non può passare inosservato – dichiarano il Sindaco di Pineto, Robert Verrocchio e l’Assessora alle Politiche e Tutele del mondo animale del Comune di Pineto, Jessica Martelladesideriamo ringraziare pubblicamente i militari dell’arma per il lavoro svolto nell’assicurare alla giustizia un latitante e per aver poi dato amore a un animale che rischiava di finire in canile. Un plauso a loro per la professionalità e sensibilità dimostrate”.