t1

Comune di Oricola

t2

Tornando alla nostra storia, la insurrezione era divenuta generale e i repubblicani francesi, di sconfitta in sconfitta, si dovettero ritirare in Roma, incalzati in più punti dalle truppe di insorti napoletani, e segnatamente da Fra Diavolo a Velletri, da Rodio a Frascati e dal generale Salomone in Abruzzo e Sabina.

L’accennato Fra Diavolo non era che Michele Pezza, nato a Itri nel 1771, famoso bandito e il più temibile capo delle insurrezioni napolitane, tanto contro i repubblicani francesi dello Championnet, che contro gli imperiali napoleonici. Dopo aver dato prova di impareggiabile coraggio e di innata strategia militare, il Pezza arrestato a S. Severino, fu impiccato a Napoli l’11 novembre 1806. Scrittori di valore ed emeriti romanzieri, ne tesserono le varie gesta.

Finalmente, in seguito alla convenzione del 17 settembre 1801, i francesi sgombrarono anche lo Stato romano. Dopo di che, fu ricuperato il trono da Ferdinando IV, il quale non doveva a lungo rimanere in tranquillità.

Testi a cura del prof. Achille Laurenti

avezzano t2

t4

Cacciata delle truppe francesi

t3

avezzano t4

t5