Bufere di neve alle porte della Marsica



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa
Meteo. Il vortice di bassa pressione presente sul Basso Tirreno, continuerà a richiamare correnti d’aria gelida di origine artica/artico-continentale, consentendo nevicate lungo il versante orientale dell’Appennino, soprattutto il nostro Appennino abruzzese: in prossimità di esso, i rovesci nevosi nati per effetto stau sulla catena montuosa e a causa dell’umidità acquisita dalla superficie più mite del Mar Adriatico (Adriatic Effect Snow), potrebbero subire degli sfondamenti o degli sconfinamenti verso i settori occidentali interni tra le giornate di martedì e di mercoledì, quando le correnti nord-orientali si rinforzeranno, facendo percepire una maggiore sensazione di freddo da parte del nostro corpo (cosiddetto Wind Chill) e favorendo, ripeto, nevicate fino a bassa quota anche sull’Abruzzo occidentale, intorno ai 600 – 700 m.
Nell’immagine, le nevicate che stanno tuttora interessando i settori orientali dell’Abruzzo. Esse si attenueranno nella tarda mattinata di martedì e faranno il loro ritorno nella serata di quest’ultima giornata e nella giornata di mercoledì, estendendosi al resto dell’entroterra abruzzese



Lascia un commento