Bomba d’acqua sulla Marsica, Avezzano in tilt



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Sottopassi allagati, con corredo di auto semi sommersa in quello di via Albense, vetture a passo d’uomo tra fiumi d’acqua anche sulle principali arterie cittadine, tombini esplosi. É questo il panorama che il nubifragio che ha investito buona parte della Marsica ha lasciato dietro di sé ad Avezzano. Nel capoluogo marsicano la situazione si è fatta critica in brevissimo tempo: colonne d’acqua che si levavano dai tombini sono state osservate in più punti della città.

Nel sottopasso di via Albense sono state attivate le pompe; insieme agli uomini del CAM, è stato necessario far intervenire un mezzo per la ripulitura delle carreggiate dal materiale fuoriuscito dalle fognature. Allagamenti e disagi sonno stati segnalati pressoché in tutte le zone del comprensorio avezzanese, da via Marcantonio Colonna a Paterno.

L’impatto che ha avuto il carico d’acqua sulla città è stato disastroso: da più parti ci si chiede se, come di norma dovrebbe essere, siano stati correttamente effettuati i lavori periodici di pulitura dei tombini e delle caditoie. Domanda che inoltriamo, per competenza, all’amministrazione De Angelis.

 

VIDEO

 

 

foto e video: Giuseppe Rodorigo, Silvia Collalti, Laura Gemini




Lascia un commento