Balsorano, rapina a mano armata. Colpo da 200mila euro



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Balsorano. Lo hanno bloccato e lo hanno portato in una stradina di campagna. Qui lo hanno rapinato, portandogli via sette chili di oro. Un colpo da 200mila euro. Poi lo hanno legato al volante della sua auto con delle fascette di plastica e sono fuggiti dileguandosi nel nulla.

Sembrano scene di un film ma invece è tutto vero ed è quello che è accaduto intorno alle 20 in una zona di campagna di Balsorano. A vivere la spaventosa “disavventura” è un rappresentante di gioielli che arriva da Catanzaro che è stato rapinato probabilmente quando era sulla via del ritorno, verso casa.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo, intorno alle 20, mentre era alla guida della sua auto è stato bloccato da due vetture. A bordo quattro persone, con il volto coperto e armate. Il rappresentante aveva con sé molto oro. Circa sette chili. Era stato tutto il giorno in giro ed era stato in diverse gioiellerie. Il bottino è di circa 200mila euro.

I balordi lo hanno portato in una stradina isolata. Qui lo hanno derubato e lo hanno poi bloccato legandolo con delle fascette di plastica al volante. Poi sono scappati. Hanno avuto tutto il tempo di dileguarsi. L’uomo è riuscito a liberare le mani e poi è uscito sulla strada, in cerca di aiuto. Ha fermato un passante e ha chiesto di chiamare i carabinieri.

Sul posto sono arrivate diverse pattuglie. A coordinare le indagini è arrivato subito il comandante della compagnia dei militari di Tagliacozzo, il capitano Edoardo Commandè.

I carabinieri hanno trattenuto in caserma il rappresentante per ascoltare nei minimi dettagli la sua testimonianza. Diversi gli uomini che stanno lavorando sul caso e che stanno pattugliando l’intera Valle Roveto. I militari stanno cercando anche di ricostruire nei minimi dettagli l’accaduto.




Lascia un commento