Balsorano, il Tar dà ragione al comune sull’affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti. Respinto il ricorso di Tekneko



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Balsorano – «Tale sentenza mette la parola fine, senza se e senza ma, ad una vicenda giuridica nella quale questa Amministrazione Comunale è stata chiamata a rispondere del proprio operato, nella gestione dell’affidamento in house a Segen S.p.A. del Servizio di igiene urbana del comune di Balsorano, e ne ribadisce l’assoluta correttezza.» Questo quanto si legge sul profilo social ufficiale del Comune rovetano.

«In un periodo di crisi drammatica c’è chi incurante degli interessi dei cittadini si ostina ad affidare servizi senza gara in House. Mentre Milano, comproprietaria di A2A, bandisce una gara Europea per affidare i servizi di Nettezza Urbana, Balsorano affida a Segen, senza gara. Le rendite di posizione con i soldi dei cittadini sono dure a morire.» Queste invece le considerazioni di Umberto Di Carlo sul suo profilo.

L’amministrazione del comune di Balsorano lamenta il ritardo nell’affidamento del nuovo servizio di raccolta dei rifiuti con l’obbligo di aver dovuto opporsi al ricorso, sostenendo le relative spese che evidentemente ricadranno sulla collettività.

«Adesso ci aspettiamo le scuse di chi in consiglio comunale le aveva promesse, nel caso in cui il Comune avesse vinto il ricorso, scuse dovute in primis alla comunità di Balsorano, vittima dei costi e dei ritardi di questa vicenda.» Secondo l’amministrazione, l’esito dell’iter giudiziario amministrativo, dimostra la propria competenza e bravura oltre che l’inutilità delle continue, insensate e insostenibili minacce di ricorso al TAR.

«L’intento di Tekneko era di ristabilire quello che noi consideriamo un principio di trasparenza dell’affidamento del servizio di igiene urbana che prevede l’appalto e il conseguente risparmio oggettivo per la cittadinanza.» ha commentato il responsabile delle relazioni esterne di Tekneko, Edoardo Addari, che ha aggiunto. «È chiaro che una società, per aggiudicarsi una gara, deve inevitabilmente presentare un’offerta con un ribasso, che vuol dire avere lo stesso servizio, anzi magari anche migliore, con un risparmio almeno del 15%.»

Tekneko aveva chiesto chiarimenti sull’affidamento in house della gestione del servizio di igiene urbana del Comune di Balsorano a Segen. Tekneko, società che si occupa dei servizi di igiene urbana in diversi Comuni dell’Abruzzo, del Lazio e della Puglia, aveva fatto ricorso ai giudici per avere delucidazioni sulla legittimità di questo tipo di scelta.

«Sperando che questa triste vicenda possa definirsi conclusa, nei prossimi giorni daremo seguito e avvio al nuovo servizio di raccolta rifiuti con comunicati in cui spiegheremo le novità e i piccoli cambiamenti rispetto all’attuale. Sarà inoltre pubblicato il nuovo eco-calendario.» Questa la chiosa del comune di Balsorano.

«A breve anche in Abruzzo sarà attivo l’AGIR (Autorità per la gestione integrata dei rifiuti urbani) che si occuperà della gestione di tutto ciò che concerne i contratti per il servizio di igiene urbana nei diversi territori.» Ha ribadito Addari che poi ha concluso.

«Abbiamo agito in linea con i principi base dell’AGIR. Quello che ci interessava era la trasparenza delle operazioni, non vogliamo entrare nel merito delle polemiche politiche interne al Comune di Balsorano, rispettiamo la decisione del TAR e continueremo a lavorare nell’interesse dei cittadini.»

LEGGI ANCHE

[jnews_block_12 include_post=”449151″]