Avezzano, Celano, Tagliacozzo, Pescina e Scurcola: gli unici Comuni della Marsica col titolo di “Città”

Marsica – Solo ieri, dalle nostre pagine, abbiamo comunicato la notizia secondo la quale il Comune di San Benedetto dei Marsi aspira a ottenere il titolo onorifico di “Città”. Tra i 37 Comuni del territorio marsicano, quello di San Benedetto potrebbe divenire il sesto a conquistare il riconoscimento. Al momento, infatti, solo cinque Comuni possono essere denominati “Città”. Stiamo parlando di Avezzano, che si è vista riconoscere l’onorificenza già nel 1994; Celano, nel 1998; Tagliacozzo, nel 2000; Pescina, nel 2001 e Scurcola Marsicana, nel 2011.

Il titolo di “Città” rappresenta un’importante onorificenza concessa dal Presidente della Repubblica italiana, su proposta del Ministero dell’Interno, la cui assegnazione è regolata dall’art. 18 del D.lgs. n. 267/2000 del Testo Unico Enti Locali che recita: “Il titolo di città può essere concesso con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministro dell’interno ai comuni insigni per ricordi, monumenti storici e per l’attuale importanza“.

L’iter per acquisire il titolo di “Città” può richiedere diversi mesi di attesa poiché ogni richiesta viene esaminata attentamente dagli organi preposti. Una volta ottenuta l’onorificenza, il Comune potrà inserire, nel proprio simbolo municipale, la cosiddetta “corona turrita”. Si tratta di un simbolo, più elaborato rispetto a quelli standard, costituito da un cerchio d’oro aperto da otto pusterle (cinque visibili) con due cordonate a muro sui margini, sostenente otto torri (cinque visibili), riunite da cortine di muro, il tutto d’oro e murato di nero. La “corona turrita“, al momento è presente, nella Marsica, solo negli stemmi comunali di Avezzano, Celano, Tagliacozzo, Pescina e Scurcola.

LEGGI ANCHE

E se… San Benedetto dei Marsi diventasse città?