Avezzano, ASL apre ambulatorio per accessi venosi



AVEZZANO Il 9 settembre 2019 si istituirà l’ambulatorio infermieristico presso il dipartimento chirurgico nella struttura sanitaria “S. Filippo e Nicola” di Avezzano per l’impianto e gestione dei cateteri venosi centrali ad inserzione periferica ecoguidati PICC e midline: responsabile medico dott Gennaro Bafile, responsabile infermieristico dottoressa Anastasia Fusco, Dott. Celi Gabriella e successivamente ampliato ad altri professionisti.

L’ambulatorio ha come obiettivo la tutela del patrimonio vascolare periferico dei pazienti, la significativa riduzione delle complicanze legate cateteri venosi centrali, la diffusione del giusto approccio alla terapia parenterale, alle terapie protratte per lunghi periodi, alle cure oncologiche ed ematologiche, ai ripetuti controlli ematici.
Oggi la maggioranza dei pazienti sono “fragili” spesso con esaurimento del patrimonio venoso superficiale dovuto a situazioni anatomiche ostacolanti, ad infusione irritanti alla parete venosa, alla fragilità vascolare intrinsica ecc.
La mancanza di un accesso venoso inadeguato comporta: il ritardo inizio piano terapeutico e nutrizionale parenterale, allungamento delle giornate di degenza, aumento delle complicanze flebitiche, trombotiche, infettive, ecc. allungamento del tempo/ lavoro infermieristico per reperire una vena, errata somministrazione dei farmaci per via endovenosa in relazione dell’osmolarita’, al ph, ed alle caratteristiche dannosi di essi.
L’importanza di un ambulatorio dedicato garantisce la prevenzione delle infezioni durante le manovre di impianto e la gestione ottimale del patrimonio venoso del paziente: interno o esterno alla struttura ospedaliera, supportando la decisione di scelta del presidio più corretto in base all’esigenza clinica del paziente.
I pazienti esterni potranno accedere all’ambulatorio tramite il CUP.
Inizialmente saranno due giornate dedicate il lunedì e il giovedì con orario 9.00- 13.00.
Si ringraziano la dott.essa Teresa Colizza e il Dottor Rinaldo Tordera che hanno creduto in questo progetto deliberandolo, il Direttore generale Dott.ssa Simonetta Santini, il Direttore Sanitario Dott.ssa Lora Cipollone, il direttore del dipartimento chirurgico Dott.Walter di Bastino il direttore dell’ UO Ortopedia Dott. Sergio Iarussi.