Autostrade, Di Girolamo (M5s): “Sacrosanto diminuire tariffe di fronte a disagi evidenti”



Regione – “Vanno senza dubbio nella direzione giusta le parole del Ministro Giovannini sulle nostre malandate autostrade. Il quadro generale è davvero problematico, e il M5s è in prima linea da anni per mettere il tema in cima all’agenda politica” le dichiarazioni della Sen. Gabriella Di Girolamo Capogruppo M5S Comm. VIII LL.PP. Trasporti e Comunicazioni in una nota stampa.

Sen. Gabriella Di Girolamo
Sen. Gabriella Di Girolamo

“Per questo motivo riteniamo che la diminuzione delle tariffe sia la madre di tutte le battaglie. Come specificato da Giovannini, proprio perché c’è una necessità diffusa di rifacimenti, ammodernamenti e manutenzioni di un po’ tutte le tratte in concessione, la riduzione dei pedaggi non è più rinviabile”.

“Da abruzzese, dico che sulla A24 e sulla A25, così come sulla A14, la situazione è fuori controllo. Premesso che nei giorni di maggiore circolazione turistica in estate i lavori in corso andrebbero fermati, è fondamentale rivedere le tariffe all’ingiù di fronte a disagi evidenti e sempre più sconcertanti. Un discorso, questo, che dovrà giocoforza entrare anche nel rinnovo dei 15 Pef che andranno ridiscussi da qui a fine anno, tra i quali c’è anche quello con Strade dei Parchi, importantissimo per tutto il Centro Italia”.

” Inoltre, proprio in questi giorni sono venuta a conoscenza di un vecchio accordo risalente al 2014, che interessava diversi concessionari, che permetteva ai pendolari proprietari di telepass di usufruire di un particolare sconto. Un accordo interrotto due anni dopo, probabilmente perché non sufficientemente pubblicizzato. Perché non dare seguito a un’iniziativa simile? Se il ministro Giovannini vuole mettere in atto azioni mirate, nell’ottica di una rivisitazione dei Pef, avrà sempre piena sponda da parte del M5s”.

“Credo, conclude la Senatrice, sia giunta l’ora di aprire una nuova stagione dove si guardi maggiormente alle esigenze degli utenti e alla loro sicurezza stradale”.