Auto blu Di Pangrazio, accolta istanza di ricusazione del giudice Ilari



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Provincia – La Corte d’Appello dell’Aquila ha accolto la dichiarazione di ricusazione formulata, attraverso i propri difensori, da Giovanni Di Pangrazio, Paola Contestabile e Maria Pia Zazzara nei confronti della dottoressa Alessandra Ilari, Presidente di Sezione del Tribunale dell’Aquila, per le dichiarazioni rese nel corso del processo sull’uso improprio delle auto blu.

Secondo i legali dei tre, la Ilari, durante l’udienza dello scorso 24 settembre, aveva “assunto atteggiamenti e pronunciato espressioni tali da manifestare indebitamente il proprio convincimento sui fatti oggetto dell’imputazione”.

La vicenda per la quale Di Pangrazio, Contestabile e Zazzara risultano imputati risale al 2014. A Di Pangrazio viene contestato l’utilizzo per fini personali delle auto della Provincia di cui era dirigente. Anche gli autisti, secondo l’accusa, ne avevano totale uso.

Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Roberto Verdecchia, Antonio Milo, Claudo Verini e Alessandro Benedetti.




Leggi anche