Aumento pedaggi A24 e A25, CST UIL Adriatica Gran Sasso sostiene la protesta dei Sindaci e degli amministratori



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

L’Aquila – La CST UIL Adriatica Gran Sasso (UIL L’Aquila e Teramo), sostiene con forza la manifestazione indetta dai Sindaci e Amministratori dell’ Abruzzo e del Lazio, prevista per il 24/11/2021 di fronte al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a Roma contro il possibile e inconcepibile aumento di oltre il 30% dei pedaggi dell’ autostrada dei Parchi A24-A25 che potrebbe verificarsi a partire dal 1 gennaio 2022.

Chiaramente l’avvicinarsi della scadenza relativa al blocco delle tariffe, ottenuta dopo numerose pregresse manifestazioni, ci preoccupa e vorremmo dal Ministero competente delle risposte certe e positive circa il congelamento delle tariffe autostradali, tenendo in considerazione che l’autostrada dei Parchi è una delle più care in Italia e soprattutto da diversi mesi è diventata un cantiere aperto e in molteplici casi ad una sola corsia (vedi viadotti nell’aquilano e galleria del Gran Sasso), con tempi di percorrenza molto lunghi e con aumentati rischi relativi alla sicurezza, per gli automobilisti e gli autotrasportatori che la percorrono.

La CST UIL Adriatica Gran Sasso ritiene inopportuno e non corretto un rincaro del pedaggio autostradale, perché questo ricadrebbe sulle spalle dei pendolari e di tutte le aziende che sono obbligate a inviare le loro merci tramite trasporto su gomma e su tutti i cittadini che si troverebbero a pagare più per i pedaggi che per i costi del carburante; inoltre questo aumento, inciderebbe negativamente sul tessuto economico dei nostri territori, anche dal punto di vista del turismo specialmente in quelle zone interne già colpite da eventi sismici e dalla pandemia.

E’ necessario quindi mantenere il blocco dei pedaggi, in attesa dell’approvazione del PEF e risolvere al più presto in via definitiva tutti i problemi legati all’autostrada dei Parchi, che è fondamentale per dare uno slancio alla ripresa economica dei territori.

La CST UIL Adriatica Gran Sasso, in caso di ulteriori non decisioni in merito da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti circa la proroga del congelamento delle tariffe autostradali, è pronta a scendere in piazza al fianco dei sindaci e degli amministratori dell’Abruzzo e del Lazio a tutela di tutti cittadini.

Comunicato stampa CST UIL Adriatica Gran Sasso


Redazione Contenuti

Ad Avezzano torna la favola invernale di “Magie Di Natale”, eventi, mercatino natalizio, pista di pattinaggio e molte altro per il natale marsicano

Avezzano – Le vetrine dei negozi sono già addobbate a festa, i piazzali dei centri commerciali illuminati da migliaia di decori scintillanti.  Ad arricchire l’atmosfera dell’evento che più di ogni altro ha il sapore delle festività, dopo il forzato stop dovuto alla pandemia, torna MAGIE DI NATALE, l’atteso appuntamento del 2021. Organizzato dal Comune di