t1

Arte e cultura della Marsica

t2

Domenico Francescone č nato a Pescina il 21 aprile 1954.
Risiede a Faenza dal settembre 1984 e lavora a Forlģ.

IL Libro: La Linea e il cerchio

Il racconto non nasce da una commozione della memoria: la memoria non agisce qui come velo fuorviante e mitologico, ma piuttosto come filtro. Si tratta in realtą, per il narratore, di ripercorrere le tappe di un processo di formazione e di consapevolezza, di conquista graduale della coscienza di sč, di una educazione ideologia e sentimentale, negli anni cruciali in cui le amicizie, gli amori, le letture, i viaggi, le idee si aggiungono via via uno dopo l’altro ad arricchire, ma anche a complicare e a confondere il quadro originario dei luoghi e delle figure che hanno dominato e custodito l’infanzia.

Crescere ha detto qualcuno, č anche necessariamente tradire. L’io narratore nel romanzo – che poi , con strettissima identificazione – vive esattamente quella duplicazione lacerante dell’esperienza, dell’acquisto e della perdita, della scoperta e del distacco.

Dalla presentazione di Andrea Brigliadori

avezzano t2

t4

ARTE E CULTURA NELLA MARSICA DI IERI E DI OGGI (Domenico Francescone)

t3

avezzano t4

t5