Archivio Diocesi dei Marsi Avezzano

Testi a cura di Fiorenzo Amiconi maggiori info autore
” Li Massari,et altri homini eletti dell’Università di Circhio con ogni debbita riverenza espongono a V.S. Rev.ma qualmente nel destritto di detta Terra di Circhio sono molte chiesie, quale sono state anticamente delli casali che in detto loco erano per che dette chiese haudo benefitio, tutte quali sono possedute senza haver cura, o servitio alcuno contra l’ordine del sacro consiglio tridentino,et con grandissimo preiuditio del anime de benefattori,et scandalo delli viventi,però supplicano V.S.Rev.ma voglia proveder a questi inconvenienti come a lei parerà,et secondo la forma di detto consiglio; li benefitij sono l’infrascfritti quam deus.
S.Vito curato;
S. Pietro de flimini,similmente curato “.
Con questa lettera rinvenuta nell’archivio della diocesi dei Marsi, non firmata e non recante alcuna data sicuramente ascrivibile alla seconda metà del sec. XVI si inizia il discorso demografico di Cerchio.
Sicuramente in risposta alla succitata lettera la quale molto probabilmente fu inviata al vescovo dei Marsi Giambattista Milanesi o Milanesio ( 1562-1578 ) si ebbe, nel 1757, da parte del vicario generale dei Marsi Marino Tomassetti la seguente risposta:
” Marino Tomassetti Vicario Marsicano 1575

Siccome nostro è provvedere alla salvezza delle anime di tutti i residenti e soggiornanti della terra della Diocesi dei Marsi in qualità di Vicario Generale del Reverendissimo Vescovo dei Marsi di cui facciamo le veci nelle questioni spirituali che in quelle temporali; ci è parso bene richiamare molto opportunatamente l’attenzione su ciò che è conveniente e necessario per una incombenza come quella relativa alla salvezza delle anime. e siccome secondo le canoniche istituzioni del culto i Parroci debbono conoscere i propri parrochiani, e amministrare loro la Santa Comunione ( chiesa ) dare consigli per la loro salvezza, e altresì indirizzarli alla vita eterna e beata con la parola e l’esempio; perciò abbiamo pensato che sia anche nell’interesse della Chiesa avvertire per iscritto i sacerdoti curati nella terra di Cerchio della nostra Diocesi Marsicana.

Con la presente ingiungiamo agli stessi di conoscere con particolare cura i propri parrocchiani dimoranti nella detta terra di Cerchio e di mettere in opera quanto si richiede da parroci diligenti nella Chiesa parrocchiale e curata di S. Bartolomeo presso le mura di detta terra celebrandovi le sacre funzioni, e amministrandovi la santa Comunione,ascoltandovi le confessioni dei peccatori,concedendo le assoluzioni,battezzando e svolgendo le altre mansioni spettanti ai parroci curati, e ( ingiungiamo ) di usare attenzione continuamente,pena la privazione di detti benefici. E all’inverso ingiungiamo per iscritto ai parrocchiani di detta chiesa curata di S. Bartolomeo, e delle altre chiese elencate, di riconoscere d’ora in poi il proprio parroco elencato e il proprio sacerdote, di visitare la detta chiesa, di ascoltarvi nei giorni prescritti la parola divina , di ricevervi la santa Comunione, di adempiere a tutti gli altri doveri dei buoni Cristiani parrocchiani, sotto pena di rendervi conto che, se non eseguono le cose sopra elencate e le altre loro spettanti,non hanno ottemperato ai precetti della Chiesa, e pertanto ne paghino il fio con le pene che è giusto subiscano i cattivi e scellerati Cristiani.

In esecuzione di ciò abbiamo dato disposizioni che la presente venga comunicata agli stessi sacerdoti e ai parrocchiani secolari,mediante affissione della presente ai battenti della porta della chiesa di S. Bartolomeo, fatta una copia della presente che, in fede del vero, abbiamo scritto e sottoscritto di nostra propria mano, e abbiamo sigillato col nostro sigillo a Pescina.
Lo stesso Marino Tomassetti di sopra ,Vicario Generale ” ( l’originale è scritto in latino ed è stato tradotto dal Prof. Pietro Maccallini ).
Nello stesso foglio,nel retro, vi sono scritti, con altra grafia, tutti i cognomi delle famiglie che popolavano i vari borghi di Cerchio:
” Li parrocchiani di santo bartolomeo per lo Casale di Circhio
In primis Tutti di casa di berardocco
Tutti di casa petro Iusto
Tutti di casa di fosco
Marco di mastro Iacomo
Tutti di casa Iatosto

Parrocchiani di santo stefano per lo casale di patiano
Notar Thomasso di Casa di Capucitto
Tutti della casa di petro Cicco
Tutti della casaa di pane et cascio
Tutti di casa di Andrea
Tutti di Casa di Cappello
Tutti di casa di Ciantellino
Tutti di casa sante

Parrocchianj di santo petro per lo casale di flimini
Tutti di casa di Campomizzo
Tutti di casa Iaiuvaccio
Tutti di casa di matteo
Tutti di casa di Camoritto
Tutti di casa di amico di Masciola
Tutti di casa di meo grosso
Tutti di casa della Zanna
Tutti di casa di morello

Parrocchianj di santo Silvestro per lo Casale di Troppigliano
Tutti di casa ciofano
Tutti di casa di novello
Tutti di casa di amore
Tutti di casa di martellozzo
Tutti di casa di Carusone
Tutti di casa di Colasanto
Tutti di casa di patrocco
Tutti di casa di Varanello
Tutti di casa di petrone
Tutti di casa della ciotta
Tutti di casa di ruscitto
Tutti di casa di Tucciero
Tutti di casa di antonazzo
Tutti di casa di missere
Tutti di casa di masciolo
Tutti di casa di sebastiano
Tutti di casa di pincarello
Tutti di casa di paulino
Tutti di casa di cipriano
Tutti di casa di angelone

Tutti dello Casale di santo Vito
Sono parrochianj di santo Vito
et tutte dette ecclesie sono sugette al Vescovo di marsi “.
Due anni dopo, precisamente il 17 settembre 1577 lo stesso vicario generale Marino Tomassetti, inviò un’altra missiva simile alla precedente quest’ultima,però, è molto più dettagliata: ”
Parrochus nota
Pro curata Ecclesia Sanctj bartolomei venerabiles donnus nicolaus di Ciofano di Circulo
Pro curata ecclesia sanctj sylvestri de troppigliano venerabiles dominus marinus thomassittj di Piscina: et pro eo substitus Venerabiles dominus terentus marchettj de Circulo
Pro curata ecclesia sanctj petri de filimino: substituti donnus francesco antonij….donnus venerabilles donnus Salvator Berardocchj de Circulo
Pro curata ecclesia sanctj Vitj di ozano venerabiles donnus Iacobus di Celano

Parrochianj Sancti bartolomei In primis tucti quelle di casa di berardocco
…….de berardocco
mastro petro
Heredi di mastro santo
Don Salvatore
Giocan antonio
Ludovico
Fabio
Dionisio
…………
di………..
de berardocco
Ambrosio de petri Iusto
Petrj cico
Marsilio
Giovan vincenzo
Luciano
Venantio de petri Justo
Renzo di fosco con fratelli
Renato et neputi
Cola di Cipriano
Rosato
An…….et fratelli
Toj de fosco
De fosco
Marco di antonio di mastro Jacomo
Berardino di Jatosto et fratelli

Parrocchianj de Santo Stefano de patiano
……et Don Salvatore
……thomasso capucitto
………………
………………..
……………….
Bartholomeo de cappello Heredi bartholomeo Ciccarato
Don nannj ciantellino fratelli e neputi
Tucti de casa Calvacchio
Tucti de casa de rantj de calvacchio

Parrochianj sancti sylvestri
Omnes de casata cyophani
Donnus nicolaus
Petrj de cyophane
Giulio
Messer Argutio
Giovan domenico
Agustino
Giovanni
Domenico
Micantonio
Berardino
Colanardo
Giovanni
Cyophano
Licarello
Di Ciophano
Berardo de caruso
Sancto de Novelo
Petro de novello
Francesco de jacovacccio per casa sua madre
Cosmo d’amore
li figli de martino de amore
li figli de Cicco de amore
li figlli di marino de amore
Adario de amore
Salvatore de amore
Cola de amore
prospero de amore
Santo de amore
Pasquale de amore
sylvestro de martellozzo
Antonio de martellozzo
Sebastiano de martllozzo
Gentille de martellozzo
Cola Cicco de carusone
Marco et luca de Carusone
Santo de carusone
Heredi de vangelista de carusone
Antonio de Colasanto
Gemello de Colasanto
Heredi di francesco de Cola Santo
Heredi de petrj de Cola santo
Giovan Paulo de petrocco con fratelli
Gentile et neputj de petrocco
Berardino de petrocco
N……………
Andrea de Petrocco
Cola de petrocco
Meo de petrocco
Heredi de colangelo
Lorito de petrono
Jacomo de varanelli
Cosmo de varanello
Rusiaglia de varanello con nepoti
……varanello
……. De marchitto
………..ranello
…..de Colamartino della cyotta
Heredi de mariano della cyotta
Heredi de petro santo de ruscitto
Petri et fratelli…e Jacomo de Tuccero
Joseppe de meo……de pantano
Tucti de casa de m(eo)grosso
Tuctj de casa de messere
Heredi de Camillo de mascioro
Angelo de sebastiaano et ….g…paula
Tucti de casa de Cypriano de Carusone
Meo d’angelone
Alexandro d’angelone
Tuctj della casa d’angelone

Parrocchianj de santo petri de flimini
Tuctj della casa de campomizzo
Tuctj della casa de Jacobaccio
Messer Jacomo et tuctj della casa de mactheo
Felice di Cammoritto
Tucti della casa d’amico de masciola
Tuctj della casa de meo grosso
Tuctj della casa della zanna
Tuctj della casa di marino di morello

Parrochiani de santo vito d’ozano
Tuctj de casa de mione
Tucti de casa de marchitto
Tuctj de casa de freza ”
Poi. Con altra grafia, è stata apposta la seguente nota:
” Die 21 supradicte mensis presentes fuerunt affixe in valvis santi bartolomei ecclesie curate et parochiales per me D. Terentius marchittus de circulo diocesis marsicane et incit…… dimissa copia presentium die 22 scripta manu mei propria “.
Nello stesso carteggio vi è una carta usata a mò di sommario dove, in un lato riporta la seguente annotazione:
” Cerchio
86
Descrizione nominativa,o lista dei Parrochiani dei non esistenti, e dei diruti Casali annessi a l’attuale Cerchio
1577 ” e dall’altro lato sta annotato : “Cerchio
76
Numeratione
Delle Chiese curate dei respettivi Casali componenti l’attuale Cerchio consistenti in santa Maria di dentro Parrocchia,colle compagnie del Rosario,Sacramento, e Giesù
San Bartolomeo colla compagnia della Misericordia
S.Maria Crobarola colla compagnia di S. Rocco
L’Ospedale aggregato ai Frati
S. Silvestro aggregato ad un canonicato di questa parrocchia
S. Pietro in Flimini aggregato ad un altro canonicato
S. Vito aggregato a questa Parrocchia
S. Stefano in Pactiano aggregato alla Teologale di Pescina
S. Maria di piediponte
S. Lucia
S. Giovanni
S. Maria d’Avenuso
S. Maria di Ceturo
Aggregate al Seminario
S. Stefano Ozzanelli
S. Andrea
S. Paolo
S. Margherita
S. Lorenzo “.