Ancora un cervo morto in autostrada. Salviamo l’Orso: “quando inizieranno i lavori annunciati ad aprile?”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Abruzzo – Ancora un cervo morto in autostrada. Si tratta del quarto esemplare in due mesi. Non ci sono state, fortunatamente, conseguenze per le persone. “L’animale, di circa 150 chili di peso, è stato investito sulla famigerata Strada dei Parchi” scrivono gli operatori di Salviamo l’Orso.

L’associazione da circa 10 anni chiede barriere adeguate al territorio che l’arteria attraversa, territorio ricompreso tra tre Parchi nazionali e uno regionale. Salviamo l’Orso, inoltre, denuncia apertamente: “lo scorso 8 Aprile, dopo l’attraversamento di Amarena, in un comunicato congiunto con il PNALM, Strada dei Parchi annunciava un piano di rinnovo ed innalzamento delle barriere per almeno 83 Km in tempi brevi“.

Ora la situazione mostra ancora la sua gravità e l’associazione nata per la tutela dell’orso marsicano domanda: “dopo 8 mesi chiediamo al Parco, che non ne ha responsabilità diretta ma che aveva dato credito alle promesse del gestore autostradale, quando è previsto l’inizio dei lavori? Direttore e Presidente si fidano ancora degli annunci di Strada dei Parchi che non si traducono mai in fatti concreti? Cosa ne pensano Prefettura, Regione, MITE e Ministero delle Infrastrutture? Per quanto ancora dovremo continuare a percorrere l’autostrada sfidando la sorte e contando le carcasse ai bordi delle 2 carreggiate?“.