Agopuntura, medico-chirurgo di Avezzano protagonista al congresso mondiale a Roma



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Il medico chirurgo di Avezzano e vicepresidente dell’Associazione Italiana Agopuntura, Antonio Alfidi, è stato il relatore di spicco del quindicesimo congresso mondiale della Medicina Tradizionale Cinese organizzato dalla Federazione Mondiale delle Società della Medicina Cinese che si è tenuto a Roma il weekend scorso.

Alfidi, anche judoka di fama internazionale del PalaWinnerTeam di Avezzano, nella sua relazione ha trattato “ la gestione del processo terapeutico nelle sindromi complesse” ricevendo il plauso da parte degli altri medici provenienti da tutte le parti del mondo.

Il mio intervento è fondato sulle leggi incontrovertibili del Sistema Vivente – ha dichiarato il medico, unico abruzzese invitato al congresso – che se da un lato sono esattamente identiche a quelle del Genio Genetico, dall’altro sono state descritte, sebbene codificate, nei testi antichi tradizionali migliaia di anni fa; i dati in codice – ha spiegato il judoka – sono stati spiegati e totalmente dimostrati dal mio Maestro prof. Maurice Mussat che ha insegnato Genetica fondamentale alla Università di Gerusalemme per trenta anni. Da constatare purtroppo – ha concluso – l’applicazione di schemi che nulla hanno a che fare con la conoscenza dei dati “.

Il congresso è un evento accademico ad alto livello, con un’ampia partecipazione nell’ambito della MTC. Finora si è svolto con successo in Cina, Francia, Canada, Singapore, Macao, Australia, Olanda, Regno Unito, Malesia, Stati Uniti, Russia, Spagna, Nuova Zelanda e Tailandia.

La manifestazione che si è svolta in contemporanea la Settimana della Cultura della Medicina Tradizionale Cinese ha visto la partecipazione di esperti, studiosi della medicina tradizionale cinese, funzionari governativi e imprenditori di tutto il mondo.




Lascia un commento