“Ad Alta Voce”, al via l’iniziativa promossa dalla Tavola della Pace di Avezzano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “Ad Alta Voce” è un’ iniziativa promossa dalla Tavola della Pace di Avezzano, in occasione del XXV Mese della Pace, nei comuni di Avezzano, Pescina, Celano, Luco, Sante Marie, Tagliacozzo e Trasacco. I bambini e i ragazzi delle scuole leggeranno gli articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (nel suo 70° anniversario) all’interno delle sale consiliari. Il via sarà dato domani, mercoledì 30 gennaio, nella sala consiliare del Comune di Avezzano, con la partecipazione degli alunni delle scuole avezzanesi (Collodi-Marini, Giovanni XXIII-Vivenza, Mazzini-Fermi, Corradini-Pomilio, Sacro Cuore) alla presenza del Sindaco Gabriele De Angelis. Giovedì 31 l’iniziativa sarà nella sala consiliare di Tagliacozzo e di Sante Marie e poi a seguire gli altri comuni.

“Ad Alta Voce”, al via l'iniziativa promossa dalla Tavola della Pace di AvezzanoDiversi saranno infatti gli appuntamenti per celebrare il 25° Mese della pace. Il 16 febbraio alle 16, il convegno nel Castello Orsini di Avezzano, con Pero Sudar, vescovo ausiliare di Sarajevo, per dialogare sul tema della «Convivialità delle differenze». Il 17 febbraio, a 25 anni dalla prima marcia della pace e a dieci anni dalla posa della campana di piazza Nardelli, la Festa della pace 2019.

La Tavola della pace nasce da un’idea dell’Azione cattolica per coinvolgere le diverse realtà diocesane per l’organizzazione della Festa della pace e di altri eventi presenti nel corso dell’anno. È composta dall’Azione cattolica, dalla pastorale missionaria, dalla pastorale familiare, dall’associazione Rindertimi, dall’Agesci, da Migrantes e dalla Caritas.