76 dosi di cocaina nella scarpa e in un calzino, marocchino a giudizio



Luco dei Marsi – Il Gip del Tribunale di Avezzano ha emesso decreto di giudizio immediato a carico di A.E.C., un magrebino di 35 anni, accusato di spaccio. L’uomo, difeso dall’avvocato Mario Del Pretaro, era stato arrestato, all’inizio dello scorso mese, con l’accusa di spaccio e condotto presso la casa circondariale di Civitavecchia.

Nell’ambito di una attività di monitoraggio del territorio al fine della prevenzione dell’attività illecita di spaccio di sostanze stupefacenti effettuata dai carabinieri di Luco dei Marsi, l’uomo era stato fermato ad un posto di blocco.

I militari avevano rinvenuto 13 grammi di cocaina da cui potevano essere ricavate 76 dosi. La droga era contenuta in 28 involucri di cellophane, 26 dei quali nascosti nell’Audi A3 del marocchino, esattamente in un calzino posto vicino al cambio ed altri due collocati in una scarpa dell’uomo.

Nel corso della perquisizione erano stati trovati anche 545 euro, probabile provento della attività di spaccio. Condotto immediatamente nel carcere di Civitavecchia, era uscito dopo 15 giorni.Per lui, il giudice, aveva disposto gli arresti domiciliari.

Il provvedimento del Gip, Maria Proia, su richiesta del Pm, Ugo Timpano, ha fissato l’udienza al prossimo 30 marzo. In quella sede, l’imputato dovrà rispondere dell’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.



Leggi anche