Appello di Mascigrande a Di Pangrazio: “Necessaria inversione di rotta su frazioni e quartieri”



Avezzano – “Visto l’invito allo spirito di collaborazione – ancor più necessario a causa della
pandemia – al quale il Sindaco Di Pangrazio ha richiamato tutti i consiglieri all’avvio
dell’attività amministrativa, invito da me raccolto con profondo rispetto e
condivisione, mi permetto di rivolgere un appello al Sindaco affinché si passi ad
un’inversione di rotta, rispetto alle azioni da prevedere nei quartieri e nelle frazioni
periferiche della Città” di Avezzano”.

Questo l’appello che il consigliere comunale di Avezzano, in quota Lega, Alfredo
Mascigrande, rivolgerà al Sindaco nel corso del consiglio comunale di giovedì 4 marzo.

“Partendo dalla frazione di Caruscino, nella quale vivo – continua – non
posso non registrare che, negli ultimi decenni, la frazione ha avuto un notevole
incremento demografico, anche grazie a una serie di investimenti di privati cittadini
che, nel corso degli anni, hanno realizzato condomini, villette a schiera e singole case.
Ad oggi Caruscino conta oltre 3500 residenti. Nella frazione è presente una parrocchia, un asilo e una ex scuola elementare, oggi dismessa. La presenza di questi luoghi, anche pubblici, rendono la frazione un vero e proprio piccolo agglomerato – grazie anche ad una serie di servizi presenti in loco e alle molteplici attività commerciali e di servizi, che ne ha aumentato il traffico – e per questo anche la viabilità è da rivedere”.

“Nel corso dell’assise civica, convocata per oggi, giovedì 4 marzo, presenterò al Sindaco alcune delle priorità di intervento inerente la frazione di Caruscino”. Alfredo Mascigrande, primo degli eletti tra tutti i candidati nelle ultime amministrative, tiene a precisare: “L’appello che rivolgo al Sindaco, Gianni Di Pangrazio, è per un’attenzione particolare, per tutti i quartieri, le frazioni e le borgate della Città, nessuna esclusa. Anzi, visto il risultato elettorale che mi ha premiato primo degli eletti e sentendo forte la responsabilità di chi mi ha sostenuto, sono a completa disposizione dei comitati di quartiere e frazioni e dei singoli cittadini, per segnalare, essere da stimolo e per contribuire alle singole soluzioni”.

Allegato (1) Proposte di intervento nella Frazione di Caruscino di Avezzano:

  1. Limitare l’ingresso dei mezzi pesanti nelle arterie principali, per esempio nelle ore diurne (Via Caruscino-Via Santa Andrea);
  2. Rifacimento del manto stradale di Via Santa Andrea (arteria oramai di traffico costante, essendo una strada ad alta densità veicolare, in quanto “ricade” su Via XX Settembre);
  3. Miglioramente della rete fognaria e adeguamento per tutti i residenti affinché provvedano, ai dovuti allacci consentendo l’eliminazione delle “fossa Imof” (pozzi neri) e trarne un vantaggio come amministrazione, in modo tale che non vi siano più scarichi nelle falde acquifere;
  4. Realizzazione dei marciapiedi su Via Luigi Mercantini, Via Santa Andrea, Via Caruscino, Via Michelangelo Buonarroti con l’istallazione dei relativi impianti di illuminazione e realizzazione delle pensiline/panchine per l’attesa da parte dei residenti dei bus;
  5. Realizzazione di un’area verde urbana con piazza con i relativi impianti di illuminazione, giochi per bambini e panchine, nelle adiacenze della ex scuola elementare con uno spazio da adibire ad attività sportive, ludiche e sociali;
  6. Si richiede la concessione, della ex scuola elementare al Comitato di quartiere e quindi ai residenti, in modo tale che diventi, un luogo di aggregazione per gli anziani, i giovani della frazione e ove possano trovare anche ospitalità associazioni e quanto altro presente nel territorio.
  7. Realizzazione di due rotatorie in entrata e in uscita della frazione (una all’altezza tra Via XX Settembre e Via Brunelleschi ed un’altra, a ridosso dell’ingresso del CAM ad incrocio con Via XX Settembre).