Spaccio di droga in pieno centro, magrebino davanti al GUP

Avezzano – Dovrà comparire stamane avanti al GUP del tribunale di Avezzano, Maria Proia, un magrebino di 38 anni accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La vicenda risale al maggio del 2018 quando, nel corso di una operazione di pattugliamento del territorio finalizzata alla repressione dell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti, il nucleo dei carabinieri forestali di Avezzano ha notato in via Gramsci, nel pieno centro di Avezzano, dei movimenti sospetti tra un italiano e un magrebino.

Gli operanti sono subito intervenuti interrompendo l’attività di spaccio. L’italiano, un avezzanese di 37 anni, è stato subito chiamato dai carabinieri per riferire come persona informata sui fatti. La successiva perquisizione nell’abitazione del magrebino, difeso dall’avvocato Mario Del Pretaro, ha consentito di rinvenire, all’interno di un comodino, 2,65 grammi di cocaina già partizionata in dosi e 39 grammi di sostanza da taglio di tipo mannitolo.

Nell’ abitazione è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro anche un bilancino di precisione per il taglio ed il confezionamento delle dosi. Il magrebino è stato quindi rilasciato e denunciato all’autorità giudiziaria a piede libero. Successivamente, si è aperto un filone di indagine sull’uomo e, attraverso il vaglio dei tabulati telefonici, gli inquirenti sono stati in grado di rintracciare altri clienti, tutti giovani avezzanesi. Il trentottenne dovrà quindi rispondere di diverse condotte di spaccio di cocaina. Titolare del procedimento è il PM Lara Seccacini.