lunedì, 8 , Marzo

Prima giornata di screening anti Covid a Trasacco: su 440 tamponi è risultato 1 solo positivo

Trasacco - Come comunicato gli scorsi giorni, nel Comune di Trasacco, nelle giornate di sabato 6 e domenica 7 marzo è stato programmato uno...
Contributi regionali per imboschimenti di terreni agricoli mediante impianti tartufigeni

Prima pagina

Contributi regionali per imboschimenti di terreni agricoli mediante impianti tartufigeni

Abruzzo – “Riattivato un settore immobile per anni: dopo lo sblocco della graduatoria sulla viabilità forestale, presente da oggi sul portale SIAN l’Avviso pubblico per la Sottomisura 8.1.1. del PSR 2014/2020, che riguarda l’imboschimento e la creazione di aree boscate in terreni agricoli ed ex agricoli mediante realizzazione di impianti tartufigeni – lo rende noto il vicepresidente della giunta regionale con delega all’agricoltura Emanuele Imprudente.

L’avviso prevede la concessione di contributi per la realizzazione di imboschimenti con piante forestali a duplice attitudine con ciclo superiore a 20 anni (micorrizzate) per un budget previsto di quasi 900.000 € per la copertura dei soli costi di impianto.

“I contributi, fino ad un massimo di 5.000 euro per ettaro, sono concessi a copertura dei costi di impianto ma, aspetto molto importante, sono altresì previsti anche un premio annuo per la manutenzione dell’impianto per 12 anni nonché, per i terreni agricoli coltivati nei cinque anni precedenti la presentazione della domanda, un premio annuale per la compensazione dei mancati redditi agricoli, anche questo per 12 anni” – dichiara Imprudente.

La superficie minima necessaria per accedere ai contributi è pari a un ettaro (10.000 mq), anche con più appezzamenti, purché ognuno di essi abbia superficie pari ad almeno 2.500 mq. La superficie massima ammissibile per singolo beneficiario è invece pari a 15 ettari. L’inoltro delle domande può essere effettuato esclusivamente in forma dematerializzata sul portale SIAN a partire dal giorno 7 gennaio 2021 fino al giorno 8 marzo 2021.

Ultim'ora