Distanti ma uniti. Il presepe di Rosciolo si trasforma nel Villaggio Globale



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Rosciolo – C’è Piazza San Pietro, ma anche le Torre Eiffel e la grande Muraglia cinese. C’è il nostro Monte Velino oltre al Colosseo e la Casa Bianca. Il presepe realizzato nella Chiesa di Rosciolo unisce famosi monumenti o località emblematiche del mondo in un unico luogo fortemente simbolico, il Villaggio Globale.

Distanti ma uniti, recita la frase che accompagna questa splendida iniziativa. Il Presepe di Rosciolo è stata un’opera di gruppo che, a vedere dai risultati, deve aver richiesto grande impegno e grande pazienza. Alla fine, però, il presepe di Rosciolo è, forse, uno dei più suggestivi visti quest’anno.

L’auspicio è che il Covid, che sta flagellando molti Paesi in ogni angolo del mondo, possa presto essere sconfitto e debellato: “per celebrare “Distanti ma uniti” il Bambino Gesù e la speranza di un mondo migliore, liberato dal contagio e dalla pandemia“.