mercoledì, 3 , Marzo

Covid-19, Draghi firma IL DPCM in vigore fino al 6 aprile

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha firmato nella giornata di ieri il nuovo DPCM, che detta le misure di contrasto alla pandemia e...

Prima pagina

Sindaci della Marsica: “disastro sanità marsicana, siamo vicini ai medici, agli infermieri e agli operatori socio-sanitari”

Marsica – “Medici, infermieri e operatori socio sanitari devono sapere che siamo al loro fianco e che non abbiamo condiviso la posizione intimidatoria della dirigenza dell’Azienda sanitaria provinciale. L’immane ed encomiabile sforzo compiuto in questi mesi per fronteggiare la seconda ondata della pandemia che si è accanita con violenza sulla marsica li legittima, anzi, a far sentire la loro voce”.

È l’invito dei sindaci della Marsica, rivolto al personale sanitario della provincia di L’Aquila per protestare contro i provvedimenti firmati dal direttore generale Testa, dalla direttrice sanitaria Cicogna e dal direttore amministrativo Di Rocco.

Una disorganizzazione evidente: tutti hanno avuto notizia dei morti fuori il pronto soccorso in attesa di essere ricoverati, dei ritardi, dell’implosione del sistema dei tamponi, delle promesse di assunzioni e di implementazione dei posti letto disattese. Si deve correre ai ripari e non impiegare il tempo in indagini per scoprire e punire chi ha avuto il coraggio di denunciare pubblicamente la situazione interna all’ospedale. Stessa cosa dicasi per gli avvertimenti rivolti ai giornalisti.

I medici, gli infermieri e tutto il personale sanitario devono sapere che i cittadini e noi sindaci siamo dalla loro parte e che rispettiamo il diritto di esprimere una opinione informata. Tanto più quando proviene da chi lotta in prima linea. La situazione sanitaria nell’intera provincia di L’Aquila è allo sfascio totale e, mentre ancora piangiamo i nostri morti e cerchiamo di curare al meglio le centinaia di persone colpite dal virus e da altre patologie, si prospetta a breve una terza ondata di contagi che può essere ancor più violenta.
 
Bisogna rinforzare gli organici, i turni sono estenuanti: il personale ha bisogno di serenità e di un coordinamento serio ed efficiente”. Occorre fare presto e rimediare a quanto non fatto fino ad oggi: la terza ondata non può trovare lo stesso livello di impreparazione che ha caratterizzato la seconda!

I firmatariGiovanni Di Pangrazio – Sindaco di Avezzano; Vincenzo Giovagnorio – Sindaco di Tagliacozzo; Cesidio Lobene – Sindaco di Trasacco; Marivera De Rosa – Sindaco di Luco dei Marsi; Enzo Di Natale – Sindaco di Aielli; Mirko Zauri – Sindaco di Pescina; Antonella Buffone – Sindaco di Balsorano; Lorenzo Lorenzin – Sindaco di Cappadocia; Velia Nazzarro – Sindaco di Carsoli; Francesco Ciciotti – Sindaco di Capistrello; Giuseppina Perrozzi – Sindaco di Castellafiume; Gianfranco Tedeschi – Sindaco di Cerchio; Sandro De Filippis – Sindaco di Civitella Roveto; Antonio Mostacci – Sindaco di Collarmele; Rosanna Salucci – Sindaco di Collelongo; Gianclemente Berardini – Sindaco di Gioia dei Marsi; Nazareno Lucci – Sindaco di Massa d’Albe; Roberto D’Amico – Sindaco di Morino; Antonio Paraninfi – Sindaco di Oricola; Raffaele Favoriti – Sindaco di Ortucchio; Giacinto Sció – Sindaco di Pereto; Quirino D’Orazio – Sindaco di San Benedetto; Lorenzo Berardinetti – Sindaco di Sante Marie; Maria Olimpia Morgante – Sindaco di Scurcola Marsicana; Fernando Marzolini – Sindaco di Rocca di Botte; Giulio Lancia – Sindaco di San Vincenzo Valle Roveto; Manfredo Eramo – Sindaco di Ortona dei Marsi; Settimio Santilli – Sindaco di Celano; Leonardo Lippa – Sindaco di Villavallelonga; Pasqualino Di Cristofano – Sindaco di Magliano dei Marsi.

Ultim'ora