Al Delta 7 dell’Ospedale dell’Aquila servizi per partorienti, dialisi e lungodegenza Covid



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

L’AquilaNuovi spazi e servizi, ricavati dalla direzione Asl al Delta 7 dell’ospedale di L’Aquila come misure aggiuntive per fronteggiare l’emergenza. Per le partorienti positive al Covid è stata istituita la cosiddetta sezione ‘rosa’ con l’individuazione di 2 stanze; i neonati saranno affidati alla Tin, terapia intensiva neonatale dell’ospedale.

Nello stesso edificio, inoltre, è stata individuata una stanza, riservata ai pazienti covid, in cui verrà collocato il macchinario del rene artificiale per assicurare la dialisi, peraltro già garantita (con percorsi dedicati) dall’unità operativa di dialisi dell’ospedale.

Infine, sempre al delta 7, è in corso di allestimento un reparto di lungodegenza covid che servirà, in continuità con l’attività della medicina Due, già avviata, ad alleggerire la crescente pressione sui reparti ospedalieri che ospitano casi acuti. Saranno assunti 5 medici che entreranno in servizio tra oggi e lunedì.