Sostegno al pendolarismo per studenti dei piccoli Comuni. De Renzis: “atto concreto e denso di significato”

Abruzzo – “Il progetto di legge presentato dal sottoscritto e approvato oggi all’unanimità dall’aula, recante “Misure di sostegno al pendolarismo per gli studenti dei Comuni d’Abruzzo al di sotto dei 3000 residenti”, rappresenta un atto concreto e denso di significato” lo afferma in una nota Luca De Renzis, consigliere regionale (Lega).

La legge va incontro ad una esigenza concreta dei cittadini abruzzesi (in questo caso specifico gli studenti e le loro famiglie), poiché fornisce un ulteriore sostegno agli studenti residenti nei comuni più piccoli della regione con il fine di abbattere ogni discriminazione all’interno del perimetro dell’Abruzzo“ prosegue De Renzis “Aggiungo per correttezza che interventi simili erano già stati concretizzati attraverso atti regionali risultati lacunosi, lacune che noi abbiamo colmato con misure consolidate di sostegno al pendolarismo studentesco, per i residenti nei Comuni al di sotto dei 3.000 abitanti“.

L’obiettivo della misura approvata si racchiude in una riduzione pari al dieci per cento del costo del titolo di viaggio nominativo, mensile o annuale e gestiti da TUA e da altri vettori del trasporto pubblico locale, agli studenti di età compresa tra gli 11 e i 26 anni che usufruiscono del servizio di trasporto pubblico. L’estensione del sostegno agli studenti pendolari dei Comuni fino ai 5000 abitanti è frutto di una sinergia bipartisan di lavoro con i colleghi del centrosinistra e grazie al gruppo consiliare della Lega che ha trovato le ulteriori coperture finanziarie” conclude De Renzis.