Contrasto alla povertà educativa del Piano Sud 2030. Pubblicati bandi per 20 milioni



Ieri sono partiti i termini per la presentazione delle domande di selezione delle proposte, per la concessione di contributi per il contrasto alla povertà educativa, a valere sulle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione. Si tratta di un’azione prevista dal Piano Sud 2030, la cui attuazione è affidata all’Agenzia stessa.

I progetti proposti dovranno essere attuati in luoghi circoscritti delle regioni del Mezzogiorno, tra cui anche l’Abruzzo, caratterizzati da disagio socio-economico e difficoltà nell’accesso, adeguata fruizione o permanenza in percorsi educativi di minori, per motivi di contesto sociale, familiare e fragilità individuale.

Le proposte dovranno essere formulate da partnership costituite e coordinate da Enti del Terzo Settore (ETS), anche insieme ad altri ETS e soggetti pubblici, che abbiano capacità e esperienza in tale ambito di intervento sociale e radicati nella comunità di riferimento in cui gli interventi si realizzeranno.

I dettagli della misura sul sito del Ministro per il Sud e la Coesione territoriale. Le domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12:00 del 12 gennaio 2021, compilando correttamente e integralmente la modulistica prevista dall’Avviso e utilizzando esclusivamente il portale dell’Agenzia per la Coesione nell’area dedicata al Terzo Settore.