Il comune di Collelongo ordina ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19

Collelongo –  A decorrere da domani 29 ottobre 2020 e fino al giorno 8 novembre 2020 visto che nel territorio comunale si sta registrando un numero rilevantissimo di contagi da COVID-19, la maggior parte dei quali asintomatici, con i gravissimi rischi connessi alla diffusione del contagio negli ambienti scolastici, nonostante le misure di prevenzione finora adottate l’Amministrazione Comunale ordina ulteriori misure urgenti :

  • sono espressamente raccomandati solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute;
  • è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità;
  • è fatto divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus;
  • è fatto divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione per soggetti che presentino sintomi influenzali;
  • è vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico;
  • è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco, ai giardini pubblici, agli impianti sportivi comunali, al cimitero comunale;
  • non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa con persone non conviventi all’aperto;
  • è consentito svolgere attività motoria individualmente, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno due metri da ogni altra persona;
  • sono sospese le celebrazioni civili, si raccomanda altresì la sospensione delle celebrazioni e cerimonie religiose, ivi comprese quelle funebri;
  • sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia e le attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado;
  • sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità;
  • l’attività dei fiorai è consentita solo per consegne a domicilio di piante e fiori su ordinazione telefonica e/o deposito degli stessi presso il cimitero comunale con modalità concordate con il responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale;
  • sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari;
  • restano aperte l’edicola, i tabaccai, la farmacia; deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro;
  • è consentito per le attività di ristorazione il servizio da asporto e a domicilio, dalle ore 07:00 e fino alle ore 24.00, con prenotazione telefonica e ritiro programmato dei pasti al fine di evitare assembramenti;
  • sono sospese le attività inerenti servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti) ad eccezione delle lavanderie e dei servizi di pompe funebri.
ORDINANZA 56 2020