L’ospedale San salvatore dell’Aquila diventerà centro per diagnosi molecolare sui tamponi per il Covid 19, sale a quattro i centri in Abruzzo

Prevenzione – Il Ministero della Sanità ha inserito questa sera l’unità operativa laboratorio analisi dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila, nell’elenco dei centri nazionali abilitati alla diagnosi molecolare sui tamponi per il Covid 19. A comunicarlo per prima è l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì.

Con il laboratorio del San Salvatore, diretto dal dottor Giulio Di Michele, sale a 4 il numero dei centri autorizzati in Abruzzo. Sono infatti già attivi i laboratori dell’ospedale di Pescara, dell’Università di Chieti e dell’Istituto Zooprofilattico di Teramo.

“Siamo molto soddisfatti che il ministero abbia accolto la nostra istanza – commenta la Verì – il rafforzamento della rete regionale, infatti, ci consentirà di affrontare in modo ancora più incisivo la battaglia contro il Covid 19, anche nell’ottica di un possibile ampliamento della platea di popolazione da sottoporre a screening diagnostico. L’inserimento nella rete nazionale del laboratorio del nostro capoluogo, inoltre, permetterà alla provincia con il territorio più esteso d’Abruzzo di disporre di un centro di riferimento all’avanguardia, che rappresenterà un punto di forza del nostro sistema sanitario anche dopo la fine dell’emergenza”.

Il plauso di D’Eramo (Lega)

“Lo avevamo promesso meno di un mese fa e, da ieri sera, l’unità operativa laboratorio analisi dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila è stata inserita nell’elenco dei centri nazionali abilitati alla diagnosi molecolare sui tamponi per il Covid 19 “ lo dichiara il segretario regionale della Lega on. Luigi D’Eramo “un traguardo raggiunto grazie al lavoro di squadra portato avanti dal nostro assessore alla salute  Nicoletta Verì e dal Vice Presidente Emanuele Imprudente che riconosce al territorio aquilano un centro di riferimento all’avanguardia;il laboratorio aquilano è il quarto centro autorizzato in Abruzzo,sono già operativi i laboratori dell’ospedale di Pescara, dell’Università di Chieti e dell’Istituto Zooprofilattico di Teramo.Un ringraziamento doveroso ai medici e al personale del laboratorio di cui ho conosciuto e apprezzato in queste settimane la loro straordinaria professionalità ” conclude il deputato aquilano.