Il 96 è un anno in cui vengono affrontati molti problemi di gestione amministrativa, fra i quali i Mutui, il Servizio di nettezza urbana, la vendita delle casette, il Comitato feste ed il Servizio tecnico comunale. Vengono portate avanti opere pubbliche quali la rete idrica, gli alloggi comunali, l’edilizia scolastica, il lavatoio della piazza ed il parcheggio delle corriere. Vengono infine approvati e reiterati il regolamento regionale (piano paesistico), i codici di comportamento (dipendenti comunali) ed il piano di diritto allo studio. Continua il colloquio con il Parco ed anche se non si fanno nuove regole o nuovi contratti, si cerca di far entrare a pieno titolo il paese nel sistema turistico economico ambientale del PNA.

Passando ora ad un’ analisi degli elementi amministrativi, abbiamo in ordine cronologico:

C.C. 1) “Colonie estive delega alla comunità Montana”

C.C. 2) “Rinegoziazione Mutui” In mancanza di nuovi finanziamenti pubblici, bloccati come detto prima. Si cerca la possibilità di accendere nuovi mutui, per cui si rende necessario abbassare la quota annuale del rimborso di quelli precedenti, con il prolungamento degli stessi.

C.C. 6) “Camping il Tricaglio, istanza per migliorie”

C.C. 8) “Realizzazione alloggi ERP occupazione d’urgenza”

C.C. 11) “Lavori rete idrica e fognaria, 241 milioni”

C.C. 20) “Approvazione progetto ‘scala di sicurezza’ edificio scolastico”

C.C. 26) “Atto di ricevimento ‘Piano regionale paesistico’”

C.C. 30) “Regolamento codice di comportamento dei dipendenti comunali”

C.C. 31) “Automazione acquedotto comunale” Ora non si vede più l’impiegato comunale aprire i tombini e girare la chiusure o i deviatori.

C.C. 41) “Piano diritto allo studio”

C.C. 42) “Risoluzione consensuale ditta Tekneco, per il servizio di raccolta nettezza urbana”

Ci fu un forte sospetto che la società esterna (sempre panacee di tutti i mali e di tutti i costi) avesse adoperato la discarica di Villa per smaltire anche rifiuti esterni e che quest’ultima si fosse riempita troppo precocemente rispetto al previsto.

C.C. 60) “Casette asismiche, approvazione dei frazionamenti e delle perizie”

C.C. 64) “Esame problema costituzione Comitato ‘Feste patronali’” Parroco e Sindaco con nessuno escluso. Prendo occasione per dire che dopo don Luigi Gravina c’è stato per breve periodo don Francesco Tallarico e successivamente don Evaristo Angelini di Trasacco, prete all’antica un po’ particolare, ma conoscitore della storia locale ed archeologica.
Io lo conobbi personalmente, a me stava abbastanza simpatico e nei miei confronti lui ha mostrato sempre il massimo della stima e del rispetto (tranne in qualche posizione politica).

C.C. 72) “Scioglimento consorzio tecnico con il Comune di Collelongo”

C.C. 73) “Casette asismiche, sdemanializzazione aree interessate” punto a capo vedi anno 63.

C.C. 80) “Affidamento incarico con funzioni tecniche” arch. Francesco D’Amore

C.C. 81) “Lavori di sistemazione lavatoio pubblico” Devo dire che è venuto veramente bene.

C.C. 83) “Lavori di asfaltatura via del Tratturo per realizzazione parcheggio corriere Arpa”

C.C. 86) “Cessioni locali comunali per scuola TAEK WONDO arti marziali” ditta Belmonte accettata ma mai realizzata.

C.C. 89) “Acquisizione definitiva zona per alloggi ERP”

Abitanti 1062

avezzano t2

t4

1996
1996

avezzano t4

t5