Nell’ 85 cresce il bilancio comunale del 50% circa, tornando ai fasti degli anni 50/60. Il Grande, insieme all’amministrazione uscente, si è dato molto da fare, ottenendo qualche buon risultato, anche in un periodo di crisi economica nazionale. Mimì e l’amministrazione riescono comunque a far ripartire l’economia comunale ed a gettare le basi dei progetti amministrativi futuri. Una nuova generazione politica del paese si presenta alla competizione elettorale agguerrita e battagliera. Nomi nuovi della politica locale, uniti da un accordo elettorale di sinistra, vincono sul vecchio leone della politica Villavallelonghese. Diventa Sindaco del Paese Bianchi Emanuele. La nuova amministrazione fa tesoro dei progetti messi in cantiere da Mimì e con fare politico lungimirante li porta tutti avanti, cercando anche di migliorarli.

Passando ora ad un’ analisi degli elementi amministrativi, abbiamo in ordine cronologico:

C.C. 3) “Approvazione progetto esecutivo ‘Stalle Collettive’ gara per 340 milioni ”

C.C. 4) “Approvazione progetto esecutivo ‘Rifugio Aceretta’ indizione di gara”

C.C. 5) “Approvazione progetto esecutivo ‘Area pic-nic’ indizione di gara”

C.C. 8) “Contributo di 4 milioni per restauro ‘Madonna delle Grazie’” La vecchia chiesa sconsacrata del Paese, dopo un precedente restauro ora è ridotta a piccionaia. Vorrei ricordare che essa rappresenta gran parte della storia dell’ultimo millennio e sarebbe opportuna una maggiore attenzione per la stessa. So che poi verrà restaurata e dopo l’avvenuta inagibilità di quella fatta nel 58 (poiché sprofonda nella creta) sarà riaperta al culto.

C.C. 16) “Ratifica del.G.C. 191/84 Manifestazione ecologica nel Parco”

C.C. 23) “Approvazione bilancio 2 miliardi e 758 milioni”

C.C. 25) “Esame ed approvazione progetto sci da fondo ‘Vallone Tasseto’”

C.C. 32) “Indennizzo per mancato taglio industriale Vallone Tasseto” Queste ultime delibere sono un tipico esempio dei vari tira e molla, che hanno caratterizzato l’ultima fase politica del Grande, hanno portato apprezzabili risultati.

C.C. 34) “Metanizzazione, adesione bacino di utenza” Questa cosa avverrà molto tardi dopo il 2000 e come al solito i tempi della politica non coincidono con quelli del progresso.

C.C. 35) “Impianto depurazione incarico di progetto” idem come sopra.

C.C. 38) “Illuminazione via G. Palozzi approvazione progetto esecutivo”

C.C. 39) “Approvazione prog. 1° stralcio depuratore 150 milioni”

C.C. 40) “Approvazione prog. Esecutivo 400 milioni” incarico architetto Conti. Sono le ultime mosse politiche a sorpresa che il Grande aveva tirato fuori dal cilindro con l’approssimarsi delle elezione. Questo era un atteggiamento tipico del Grande che, unito a qualche aumento di stipendio o di livello per i dipendenti comunali nel periodo pre elettorale, spesso nelle elezioni precedenti era risultato vincente, ma questa volta non fu così. Tanta è ora la voglia di cambiare, o semplicemente di provare qualcuno di diverso da Mimì che dirige il paese, tranne che in una sola occasione, dal 1956.

Nota: le cronache portano subito una brutta notizia alla coalizione vincente ed al paese. Il consigliere eletto Ferrari Biagio ‘M-brella’ cade vittima di un incidente sul lavoro, era macchinista conduttore di treni e muore in uno scontro frontale fra due treni in Alta Italia. Nota personale: ho il vago ricordo di una persona felice e sempre sorridente.

C.C. 43) “Elezione del Sindaco, dott. Bianchi Emanuele ‘Salzano’”

C.C. 44) “Elezioni della Giunta”

Assessore e V. Sindaco Di Cesare Martorano ‘Martin’
Assessore effettivo Perruzza Vincenzo ‘i Lup’
Assessore supplente Palozzi Antonio ‘Piatella’
Assessore supplente Pierbattista Mauro ‘i Gigin’
C.C. 47) “Elezioni membri Comunità Montana” oltre al Sindaco

Tantalo Natale ‘i Ciccionatale’ maggioranza
Grande Domenico ‘Mimì’ minoranza
C.C. 51) “Istanza SIP per autorizzazione centrale telefonica in container” Purtroppo c’è da dire che quando la tecnologia arriva a Villa, spesso risulta obsoleta rispetto allo sviluppo futuro dei servizi ed esigenze contemporanee.

C.C. 55) “Intitolazione complesso sportivo a Biagio Ferrari” era anche un buon calciatore.

C.C. 61) “Lavori area pic-nic ratif. del. 50/85”

C.C. 62) “Lavori rifugio Aceretta ratif. del.51/85”

C.C. 65) “Progetto pista carrabile ‘Prati d’Angro’rat. Del. 59/85” C’è da dire che le nuove amministrazioni si contraddistinguono fra chi manda avanti le cose avviate dagli altri (propulsive) e chi blocca o annulla le cose degli altri (populiste-distruttive). Di solito, è il modo in cui si vince che è determinante, chi si candida e vince per fare qualcosa avvia la prima posizione, chi si candida e vince contro qualcosa o qualcuno avvia la seconda posizione.

C.C. 70) “Contributo feste di Giugno”

C.C. 72) “Sistemazione strade e piazze, ratif. Del.75/85”

C.C. 78) “Lavori di manutenzione chiesa Madonna delle Grazie ratif. del.78/85”

C.C. 82) “Adozione regolamento edilizio”

C.C. 84) “Contributo feste patronali di settembre” Ho sempre pensato che le due feste patronali del paese, avvenissero da un punto di vista pratico, all’inizio ed alla fine della stagione turistica. Ovvio che mi sbagliavo. Le feste di giugno coincidevano storicamente con la fine dei lavori di preparazione dei terreni e della raccolta del fieno e quelle di Settembre con la fine del raccolto, prima dei tagli boschivi e della transumanza. Quasi tutte le date dei festeggiamenti delle feste patronali nella Marsica, e non solo, hanno date stabilite in base a questi principi millenari, quindi più è bassa l’altitudine e prima arrivano le feste e viceversa. Le prime feste si hanno nella Valle Roveto l’ultime a Villa ed a Cerchio.

C.C. 85) “Approvazione piano diritto allo studio” Scompare lo scuolabus.

C.C. 86) “Progetto com. Montana itinerari turistici” Riguarda il Centro ippico.

C.C. 98) “Acquisto per depuratore ‘biorotore Polytec”

C.C. 114) “Nomina Commissione edilizia”

C.C. 115) “Nomina Commissione commercio a posto fisso”

C.C. 116) “Nomina Commissione commercio ambulante”

C.C. 120) “Bacino metano recepimento delibera CIPE”

C.C. 123) “Legge Bucalossi (10/77 e 08/80), modifiche ed integrazioni a causa della nuova legge regionale 10/85”

C.C. 126) “Area faunistica” Riserva di caccia.

C.C. 129) “Scuola materna – approvazione progetto di ristrutturazione” Abitanti 1092 di cui donne 582 ed uomini 510. Cosa strana, ma poi rivelatasi vera, furono le parole di Tonino ‘tre Quarti’, che nel giorno dei festeggiamenti della lista vincente, mi disse in confidenza: hanno vinto, ma entro due anni cascano. Io rimasi sorpreso da quella affermazione, ma quando accadde capii che Tonino, il quale aveva una forte esperienza del paese e delle persone, aveva già intravisto dei cortocircuiti politici inevitabili all’interno della lista vincente.

Elenco candidati eletti 1985

1985

avezzano t2

t4

1985
1985

avezzano t4

t5