Nell’ 83 va avanti il braccio di ferro con il PNA e si ottengono indennizzi, si completa il camping e si gettano le basi per un allevamento di mucche moderno e funzionale. Viene portato avanti un discorso di infrastrutture nella zona anteriore al PNA. Vengono migliorate di molto le condizioni igieniche del paese, a causa del diffondersi di una epidemia di epatite virale, si approva un piano anti epatite.
Si adotta il nuovo PRG e dopo il terremoto dell’Irpinia, anche il piano comunale di protezione civile.

Passando ora ad un’ analisi degli elementi amministrativi, abbiamo in ordine cronologico:

C.C. 2) “Revoca concessione acque sorgive ‘Angro’ di Villavallelonga a favore di Collelongo”
Deliberata del 1926 per necessità idrica, a seguito di approccio bonario per accertare la disponibilità del Comune di Collelongo, trattativa del 16/12/82 non accettata.

C.C. 3) “Liquidazione befana 1982”

C.C. 4) “Intitolazione strada don Domenico Giancursio” Nato il 1884 e morto nel 1958. Dopo tanto, Mimì concede l’onore delle armi a chi nel passato tante volte, per motivi politici, gli era stato contro. Tuttavia gli sembrò ora opportuno dare a quella enigmatica figura, il riconoscimento della storia con l’intitolazione di una strada del paese.

C.C. 14) “Approvazione costruzione tratto di fogna collegante il campo sportivo”

C.C. 15) “Concorso per il posto di operaio comunale” Per rete idrica, rete fognaria, rete elettrica ed autista scuolabus. Il vincitore fu Ricci Aldo i Petr i Rumor.

C.C. 18) “Installatori limitatori di consumo d’acqua”

C.C. 19) “Contributo feste di giugno”

C.C. 20) “Assegno uso civico 83/84” Attenzione perché qua c’è un passaggio importante, si passa dalla gestione diretta ed in economia del Comune all’appalto con gara a ditta privata, per la fornitura del servizio di uso civico legnatico.

C.C. 25) “Dimissioni consigliere Vincenzo Perruzza ‘i Lup’” dovuta alla candidatura dello stesso nel Comune di Popoli.

C.C. Proposta di forestazione produttiva Giunta regionale” Tramite la comunità Montana per 100 milioni. Dopo le leggi Fanfani ed i cantieri di rimboschimento dell’Ente Fucino ora è la comunità Montana l’ente preposto di riferimento. Non mi spiego come mai dal dopoguerra ad ora si sia sempre investito solo sul bosco, senza mai fare una riforma agraria. L’ultima credo risalga al 1810 (Vedi libro storia di 100 Villa di Leucio Palozzi), cioè quando le terre passarono dai signori Pignatelli ai 78 capi famiglia di Villavallelonga, e l’ultima volta che è passato il Catasto risale al 1948 (l’allora delegato era Bianchi Umberto).

C.C. 31) “Finanziamento regionale di 140 milioni per interventi aree attrezzate” Ultimazione camping, restauro chiesa Madonna della Lanna, sistemazione strada Fonte Astuni ed impianti sportivi. Si era stabilita un’area di sviluppo del paese al confine con il Parco, creando di fatto le premesse per una zona di sviluppo delle strutture turistiche a ridosso dello stesso.

C.C. 32) “Revoca concessione edificio scolastico via Aia Canale al PNA” Per mancata realizzazione del ‘parco naturalistico’ dello stesso PNA.

C.C. 33) “Protesta nei confronti del Parco” per mancata realizzazione strada Prati d’Angro.

C.C. 34) “Richiesta d’indennizzo (50 milioni) mancato taglio uso civico 82/83” Dovuto alla mancanza d’autorizzazione del PNA. Approvata all’unanimità si inoltra la domanda per mezzo dell’avvocato Buccini Domenico. L’amministrazione cerca di ottenere le promesse avute dal PNA mai realizzate e di riacquisire i diritti civici del Comune.

C.C. 41) “Contributo associazione Alpini”

C.C. 43) “Ratifica delibera G.C. 76/83, lavori di pulizia straordinaria del Paese”

C.C. 44) “Ratifica delibera G.C. 86/83, piano anti epatite” contributo regionale di 300 milioni.

C.C. 48) “Approvazione piano comunale di protezione civile” Dopo il terremoto dell’Irpinia, lo Stato chiede ai Comuni di organizzarsi per affrontare al meglio eventuali calamità naturali.

C.C. 50) “Progetto stalle collettive, indicazione area” C’è un finanziamento regionale di 340 milioni. E’ necessario togliere, anche per motivi igienici precedentemente citati, gli animali dal paese e nello stesso tempo continuare a favorire l’allevamento locale.

C.C. 54) “Regolamento generale scarichi di fognatura” Molti scarichi non erano ancora collegati alla rete fognaria del paese.

C.C. 66) “Contributo feste patronali di settembre”

C.C. 71) “Gara d’appalto Uso civico alla località Selve Piane” Ripeto spesso gli Usi civici, quando è possibile, perché così negli anni impariamo a ricordare i nomi dei boschi di Villavallelonga.

C.C. 73) “Lavori di spostamento abbeveratoio” Dalla zona vicina al cimitero alla zona del tratturo, non credo sia mai stato realizzato.

C.C. 75) “Sistemazione fogna di scarico lavatoio Fonte Vecchia”

C.C. 78/79) “Acquisto arredamento ufficio del Sindaco e del segretario”

C.C. 81) “Adozione PRG comune di Villavallelonga” Abitanti 1109 di cui donne 591 ed uomini 515. Il numero degli abitanti sia pur di poco continua a salire da circa due anni, questa cosa è un segnale inequivocabile di una piccola forma di benessere raggiunto nel paese e di una buona amministrazione da parte del Comune. Il nuovo Parroco fino all’ottantasei è don Francesco Tallarico.

avezzano t2

t4

1983
1983

avezzano t4

t5