t1

t2

Purtroppo ad inizio anno un incidente automobilistico provoca la morte del Sindaco e tutto il paese ne rimane sgomento. Le divergenze politiche e di posizione all’interno della maggioranza ora non hanno più il collante di prima e viene eletto come vicesindaco Sucapane Giovanni della minoranza. Il nuovo Sindaco, Giorgio Gatti, si assume l’onere di guidare il paese, ma non vuole sottostare alle posizioni politiche di una parte della sua maggioranza. Si portano avanti correttamente gli impegni comunali in essere, necessari al buon funzionamento dell’Ente.

Non è un bel periodo a livello psicologico, ma il Gatti, senza velleità politiche personali, decide di portare avanti comunque le sorti del paese in maniera consona e libera da condizionamenti.

Si devono subito contrarre mutui per quasi tutte le opere in corso e per pareggiare i bilanci.

Si fa una variante al Piano Regolatore riguardante le Maiure, che tanto aveva precedentemente fatto discutere e provocato malumori nel paese e si vendono i siti delle casette. Oltre a portare avanti le iniziative in corso registriamo anche la volontà di sistemare la palestra delle scuole e la loro recinzione. Vi è anche un ulteriore tentativo di aumentare la portata della captazione dell’acqua alla sorgente del Rio, ma non ci furono grossi risultati.

Non è stato un anno bello per il paese, data la sciagura avvenuta. Il nuovo assestamento politico inciderà molto nel futuro amministrativo del Comune. Gli equilibri acquisiti fra le parti, con logiche di contrapposizioni e di rivalsa, dureranno almeno per 25 anni. Questo ovviamente è un mio pensiero, ma credo che le cose, senza la morte improvvisa del Ranalli, che era presumibilmente lanciato politicamente dalla DC (si parlava anche di una sua candidatura alle elezioni nazionali), avrebbero dato un senso diverso all’assetto politico successivo ed alle sue evoluzioni.

Passando alla cronologia degli eventi tramite le delibere comunali:

 

C.C. 2) Nomina del nuovo Sindaco, che va a Gatti Piergiorgio, con 10 si e 4 bianche, il quale accetta con decadenza da assessore e vice Sindaco.

C.C. 3) Nomina nuovo assessore e vice Sindaco, a Giovanni Sucapane con 10 si e 4 bianche.

“Il Sucapane persona alta, snella, buon calciatore ed allenatore. Serio ed intransigente, non era uomo da compromessi facili. Insegnante e giornalista del Tempo, si è sposato con la signora Elisabetta ed ha avuto tre figlie.

  

 

C.C. 13) Assunzione mutuo di 21 milioni per costruzione ambulatorio medico.

C.C. 14) Assunzione mutuo di 20 milioni per sistemazione strade interne.

C.C. 15) Assunzione mutuo di 14 milioni per mercato coperto.

 

C.C. 20) Variante al piano di fabbricazione.

Riguarda la zona Maiure che cambia destinazione,da verde pubblico a parco arborato pubblico.

 

C.C. 22) Contrazione mutuo di 19 milioni, per pareggio bilancio 1972

 

C.C. 25) Alienazione siti casette asismiche, parere favorevole alla cessione dopo il nulla osta del Ministero dei Lavori Pubblici.

 

C.C. 26) Sdemanializzazione di mq 12.640.

Per la realizzazione del campo sportivo si dovrà procedere ad una permuta di terreni, tra Comune e l’Arcipretura di Santa Maria in Collelongo.

C.C. 34)  Pagamento autocarro Ford Transit, fornito dalla MotorAuto di Angelo Sterpetti di Avezzano.

 

C.C. 35) Esame richiesta d’acquisto area in località S. Elia, per costruzione fabbricato di civile abitazione, da parte del sig. Di Rocco Pasquale. Non accolta, onde non compromettere l’importanza della zona, per la quale l’amministrazione ha in animo di valorizzarla con idonee infrastrutture.

 

C.C. 38) Assunzione mutuo di 14 milioni, per ampliamento e miglioramento sede municipale.

 

C.C. 39) Approvazione progetto, per la costruzione di opere per il miglioramento dei pascoli di Canale, contrada Pratelle ed Amplero, ing. Sansone Loreto.

 

C.C. 40) Approvazione progetto per costruzione di stalle collettive per ovini.

Il costo era di 102 milioni, per quattro unità divise in venti stalle singole e fienili. Ci furono tante riunioni con gli allevatori, ma nessuno fu disposto ad investire, quindi la cosa non si ebbe seguito.

Dai ricordi di Gatti Piergiorgio.

 

C.C. 43) Approvazione bilancio preventivo 1974 di lire 460 milioni.

 

Ora Giunte:

G.C. 7) Approvazione progetto di sistemazione della strada Vicinale, che va a Valle dei Cerri, mediante cantiere lavoro, del geometra Domenico D’Amico

 

G.C. 18) Pagamento spese funerarie del compianto Sindaco Omero Ranalli.

Considerato che ciò, oltre a costituire una vera e grata riconoscenza per il sacrificio costante cui andava incontro nello svolgimento del suo incarico, per l’opera costantemente svolta per il bene del Comune e della popolazione, tiene vivo il ricordo di questa nobile figura, nell’animo di questi e degli altri amministratori futuri.

 

G.C. 20) Pagamento martellata del bosco Serra Lunga.

Il ricavato della vendita viene destinato alla sistemazione della palestra e per la recinzione dell’area circostante le scuole elementari.

G.C. 24) Pagamento operai, per sistemazioni strade comunali, affidate a Gasbarri Firminio. Causa le avversità atmosferiche, vi erano state delle frane lungo le strade comunali: Circonvallazione Occidentale, San Rocco Superiore e Malpasso, ed occorse della manodopera per ripristinare la viabilità al traffico di dette strade. “Il Gasbarri era una persona un po’ eccentrica, ma buona. Artista della lavorazione del legno e carpentiere sopraffino, fra le altre cose costruì i silos della cartiera.

Un suo detto famoso, in una campagna elettorale, fu: “Il partito Comunista è il meglio che c’è…, ma mica tanto però”. Dai ricordi dei Moschettieri.

 

 

G.C. 30) Richiesta alla trattativa privata per acquisto libri, per la biblioteca pubblica.

 

G.C. 34) Verbale di adunanza deserta, forse in questo momento vi è qualche chiarimento interno alla Giunta.

G.C. 66) Fitto pascoli montani, autorizzazione a trattativa privata.

 

G.C. 68) Rimborso alla ditta Antidormi Ennio, per il mancato pagamento dell’IVA. In questi anni prende piede, nei Comuni e negli uffici, la fotocopiatrice, facendo così cadere in disuso, nella stesura dei documenti,  la carta carbone ed i prestampati. Da fonte ricordi di Antidormi Ennio.

 

G.C. 88) Liquidazione spesa, per spegnimento incendio a bosco Fratte Iamardine e San Nicola.

Le campane suonarono a distesa, come si usava in casi di emergenza. Questo tipo di segnale è ora in disuso. Per meglio dire, quando suonava la campana grande a distesa, la popolazione sapeva che era successo qualcosa di grave e andava ad informarsi dell’accaduto alla chiesa o al Comune.

 

G.C. 97) Rifacimento fontanile in località Forchetta Morrea, pagamento operai.

 

G.C. 107) Ricerche idrogeologiche, si incarica lo Speleo Club di Chieti ed il geologo Lamberto Ferri-Ricchi. C’erano speleologi e sub, anche donne.

“Una di loro, Bianca Piccirilli,  volle scendere anche in un’altra cavità chiamata “grotta Scibù” . In questo sotterraneo era in uso, nel passato, buttare gli animali morti. La grotta “Scibù” è profonda circa 75 metri e non vi è acqua . Dai ricordi di “Rasitt”, che era lì presente.

 

G.C. 108) Disciplina del traffico e sosta corriere. Si provvede a stabilire un’area distinta alle fermate dei mezzi pubblici. Per la scritta si realizza una sagoma fatta dal falegname Scala Antonio “Scalone”. (Foto Scala Antonio)

“Scala, proveniente da una famiglia di falegnami, ha la passione della musica e suona bene la tromba. Anche lui falegname, è un tipo affidabile, bravo ed umano. Sposato con la signora Vincenzina, ha avuto una figlia”.

 

G.C. 116) Richiesta autorizzazione a licitazione privata per vendita bosco Serralunga, causa due aste deserte. E’ la testimonianza della fine economica del bosco. Il legno in genere era stato fino ad ora un bene richiesto da tutta la nazione, ora con l’avvento di altri materiali tipo compensati, truciolati e plastica, aveva perso il valore aggiunto, mentre i trasporti e la mano d’opera invece cominciavano a mancare od a costare troppo. Il Comune da questo momento comincia a perdere l’asse portante della propria economia di autofinanziamento per le opere pubbliche, con gravi danni per le strategie infrastrutturali intraprese.

G.C. 168) Liquidazione spesa, Rimozione ed affossamento delle immondizie e dei rifiuti solidi urbani.

“Premesso che durante il periodo dell’infezione colerica, di concerto con l’autorità sanitaria, si riavvisa la necessità di disinfestare il paese e di rimuovere ed affossare le immondizie ed i rifiuti posti nelle vicinanze della periferia del paese”. Nota della delibera.

G.C. 171) Liquidazione spesa, per redazione progetto strada dell’uso civico a Val Casale. Al geometra Mancini Nicola “I Vignarol” figlio di “Marcucce i M’lnar”. Foto a destra.

“Brava persona ed educata, ha lavorato successivamente alle Poste ed ha sposato la Maestra Cristina”. Dai ricordi dei Moschettieri.

 

G.C. 195) Liquidazione spesa, a favore dell’idraulico Lombardi Gioacchino “Gioacchine” e Francesco ‘Palombaro’ per pulizia e riparazione caldaie e termosifoni.

G.C. 203) Liquidazione spesa, a Danese Domenico “I Trasaccan”, per trasporto materiali sabbiosi occorsi per il rifacimento dei bacini montani.

Lombardi Giacchino e FrancescoDanese Pasquale
    

“I Fratelli Lombardi, idraulici pionieri dei tempi, hanno fatto quasi tutti i lavori idraulici alle case del paese. Entrambi gentili, disponibili ed educati, hanno lasciato nelle persone del paese un buon ricordo del loro operato. Sposati con Giuseppina e Consilia hanno avuto entrambi una figlia”.

“Il Danese, originario di Trasacco, uomo di media statura, robusto, di bell’aspetto e grande lavoratore. Agricoltore ed allevatore, poi bidello, si è sposato con la signora Elda ed ha avuto sei figli”. Da fonte ricordi dei Moschettieri.

  Note del tempo e foto: ·  Il 3 aprile, Martin Cooper effettua la prima telefonata con un apparecchio cellulare portatile. ·  Il 4 aprile a New York viene inaugurato il complesso World Trade Center, le Torri Gemelle. ·  Il 20 maggio la Juventus vince il suo 15° scudetto. In casa della Roma, sconfitta 1:2 con goal di José Altafini e Cuccureddu. ·         A Settembre esce l’album Il nostro caro angelo di Lucio Battisti. ·  Il 17 ottobre Indro Montanelli abbandona per protesta il Corriere della Sera, accusando il direttore Piero Ottone di aver portato il quotidiano su una posizione filocomunista ·         Il 23 novembre il governo Rumor vara severe misure di austerità energetica per contrastare la crisi petrolifera, divieto di circolazione delle auto nei giorni festivi, ulteriore aumento del prezzo della benzina, chiusura obbligatoria alle 23 per televisioni, cinema, locali e ristoranti.

   

 

   

avezzano t2

t4

1973

t3

avezzano t4

t5