t1

t2

E’ l’anno in cui Mimì prova a far ripartire in varie direzioni l’economia locale, verifica anche la carta della strada Villa-Pescasseroli, cercando così un aggancio turistico. Si comincia a far uso dei mutui pluriennali ormai per tutte le opere pubbliche. L’emigrazione interna continua inesorabile, quasi nessuno crede più in un futuro possibile a Villavallelonga e il paese perde oltre 83 persone in un anno.

Passando ora ad un’ analisi degli elementi amministrativi, abbiamo in ordine cronologico:

C.C. 2) “Richiesta taglio per pareggiare il bilancio corrente”

C.C. 6) “Richiesta contributo, costruzione strada Villa-Pescasseroli” La richiesta è di 3,5 miliardi. E’questa l’ultima volta che si prova a realizzare la strada e Villa rimarrà purtroppo isolata dal versante sud a causa del mancato collegamento.

C.C. 8) “Regolamento acqua potabile” Crescente diventa il fabbisogno idrico del paese, è quindi necessario razionare meglio l’uso dell’acqua. Cosa simpatica è ricordare che prima che si munissero le case dei bagni i posti dove fare i bisogni erano: per le donne la stalla o arrete alla fratta e per gli uomini il fossato, per pulirsi si usavano le foglie verdi e le pietre lisce. Sembra un eternità, ma tutto questo avveniva non meno di 40 anni or sono, poiché non tutti avevano il bagno, tranne pochi benestanti, queste erano le normali consuetudini. Da fonte ricordi di Palozzi Telesforo ‘Teluccio’.

C.C. 10) “Affitto di un locale per ufficio di collocamento del Comune”

C.C. 13) “Richiesta contributi per ponti La Rena e Costarella”

C.C. 15) “Bilancio 247 milioni”

C.C. 20) “Approvazione progetto esecutivo mattatoio pubblico”

C.C. 31) “Concessione cava al Vallone Forte”

C.C. 32) “Bilancio di previsione 1972 per 167 milioni” Anche Grande fu costretto, dati i tempi e condizioni, a far scendere i bilanci per mancanza di entrate.

C.C. 33) “Richiesta taglio bosco per pareggio bilancio 72 per 12 milioni”

C.C. 37) “Richiesta mutuo per completamento della rete idrica”

C.C. 45) “Richiesta cantiere lavoro in via Porta Nuova” Emigrati: interni 40 esterni 15 Abitanti 1237 Donne 681 Uomini 556
L’emigrazione è ormai diretta all’interno della Nazione, molte erano le mete a disposizione degli emigranti dentro l’Italia che offrivano migliori prospettive di vita e di benessere.

Abitanti 1237 Donne 681 Uomini 556

avezzano t2

t4

1971

t3

avezzano t4

t5