t1

t2

E’ un anno in cui cresce notevolmente il bilancio del Comune. Vanno avanti piccole e grandi infrastrutture, si pensa al verde pubblico e si dà una sistemata generale al paese. Si mettono a posto le strade interne principali, si completa la rete idrica e fognaria e si arreda la Scuola Media. E’ un anno di elezioni politiche nazionali. Apre la Banca Popolare della Marsica a Collelongo, di cui il Sindaco è dipendente. Quest’ultima cosa costringerà il Cesta ad una scelta che lo porterà, di lì a poco, a dimettersi dalla carica di Sindaco. All’epoca i Sindaci non erano retribuiti ed il Cesta, comunque soddisfatto delle opere svolte, messo di fronte ad una scelta obbligata, optò per il lavoro bancario. A fine anno, ci furono diverse notizie che fecero scuotere l’opinione pubblica mondiale ed italiana. Esse furono: l’uccisione del Presidente Americano J. F. Kennedy, la morte di Papa Giovanni XXIII ed il disastro del  Vajont.

Passando alla cronologia degli eventi tramite le delibere comunali:

 

C.C. 1) Approvazione bilancio preventivo anno 1963 per lire 44.954.295.

 

C.C. 2) Uso civico legnatico alla ‘Reglia’.

 

C.C. 3) Acquisto suolo metri quadrati 4.400 circa per verde pubblico.

 

C.C. 11) Espressione di voto per la istituzione della Regione Molise, voto favorevole alle aspirazioni molisane, riconosciute anche nella Costituzione alle disposizioni IV ed XI.

 

Ora Giunte:

G.C. 1) Nomina bidello scuole elementari, a Lombardi Giuseppe “Pepp’neje”.

“Era una persona alta, di bell’aspetto, educato, allegro e di compagnia. Aveva una forte fibra e prima di fare il bidello aveva lavorato in una cava di sabbia nel paese. Ligio al dovere e sempre disponibile è stato un impiegato modello.  Sposato con la signora Giuseppina, ha avuto quattro figli”. Da fonte ricordi dei Moschettieri

 

G.C. 13) Assegnazioni spazi per elezioni di Senato e Camera.

 

G.C. 18) Approvazione progetto primo stralcio lavori di riattamento della scuola materna.

 

G.C. 27) Approvazione progetto costruzione loculi al cimitero.

G.C. 32) Concessione di contributo alla Curia Dei Marsi. Per la costruzione di un seminario estivo nel Comune in località Madonna a Monte di lire 120.000 pari a 100 quintali di cemento.

G.C. 40) Liquidazione spese per spegnimento incendio zona di ‘Aprico’.

G.C. 44) Approvazione preventivo per sistemazione strade ‘Vico Dritto’ e ‘Stradone casette asismiche’. A seguito delle continue piogge torrenziali, le due strade si sono trasformate in fossati, e ne risultava difficile l’accesso. Affidamento dei  lavori alla ditta Caroli Matteo.

(Nella foto vediamo una coppia di sposi lungo lo stradone delle casette)

 

G.C. 48) Restituzione legna fornita da ditta Visca Arturo.

A causa del lungo autunno piovoso, non si fece in tempo a fornire di legna tutti i cittadini.

Con l’approssimarsi dell’inverno, per evitare quanto già successo nel 56, quando i naturali distrussero il bosco ‘Fontanella’ per scaldarsi, si fecero portare 4.000 quintali dalla ditta Visca, per distribuirli agli aventi diritto, che ora andavano restituiti alla stessa ditta fornitrice.

“Nel 56 si andò con la slitta al bosco ‘Fontanella, a sinistra della Madonna a Monte, a procurarsi le piante per potersi scaldare. A causa dell’abbondante nevicata gli alberi vennero tagliati molto alti e si ripassò in estate per eliminare i monconi alti oltre un metro. Da fonte i  Moschettieri.

G.C. 52) Liquidazione quinto ed ultimo lotto rete idrica e fognaria. In poco più di un anno venne realizzato il primo intervento alle reti.

 

G.C. 51) Liquidazione spese, alimenti per i volontari occorsi per lo spegnimento del fuoco in località Ciocco.

 

G.C. 58) Aumento retribuzione ostetrica Mauti Emma. C’è ancora la figura dell’ostetrica nel paese; questo fa desumere con certezza che i parti avvenivano ancora in casa.

“La Mammina era ben preparata per la sua professione, che ha svolto per tanto tempo ed era sempre pronta per ogni evenienza. Tipo autoritario, non amava intromissioni nel suo operato. Proveniente da Roccavivi aveva sposato il signor Pietro ed ha avuto una figlia”. Da ricordi dei Moschettieri.

 

G.C. 59) Nomina provvisoria bidello scuola media, al signor Mascioli Giovanni di Panfilo.

“Era un tipo che sapeva fare un po’ di tutto e si adattava bene ad ogni cosa. Un signore di media statura, abbastanza robusto, persona simpatica e sapeva quello che diceva. Prima di fare il bidello, si dedicava alla muratura (che sapeva fare bene), era un buon calzolaio e riparava le  radio.

Sposato con la signora Gilda, ha avuto due figli”. Da ricordi dei Moschettieri.

 

G.C. 60) Revisione canone casette asismiche. Collelongo ormai aveva una sua economia boschiva ed ai cittadini da molto tempo non si chiedono aumenti di tasse in genere, ma una nota del GPA, in merito alla revisione del bilancio, chiede al Comune di alzare il fitto delle casette asismiche da lire 1.500 ad una cifra più consona ai costi di fitto di mercato.

Il Sindaco alzò il costo di locazione a lire 20.000 annui, aggiungendo, in nota alla delibera, che comunque erano ancora di molto al di sotto del prezzo di mercato reale, ed avevano scelto una via di mezzo.

(nella foto a destra vediamo Ranalli Francesca il giorno della comunione nel quartiere delle casette asismiche)

 

 

G.C. 64) Acquisto arredamento scuola media civica. Il Provveditore agli Studi condizionò l’entrata in funzione delle medie (prime due classi) all’acquisto immediato dell’arredamento. Finalmente il paese aveva una scuola media e non era più necessario viaggiare fino ad Avezzano od andare al seminario per studiare. Bravo ‘Carminuccio’.

 

Veduta di Collelongo a metà anni 60Signora Manna Maria di Amelio

Note del tempo e foto:

 

  • Il 22 maggio, a Londra, il Milan è la prima squadra italiana a vincere la Coppa dei Campioni, sconfiggendo il Benfica per 2 a 1 a Wembley.
  • Il 3 giugno muore Papa Giovanni XXIII. Al suo posto viene eletto Papa Paolo VI.
  • Il 28 agosto Martin Luther King tiene il famoso discorso del “I have a dream” davanti al Lincoln Memorial di Washington.
  • In Italia una frana si stacca dal monte Toc e precipita nel bacino artificiale creato dalla diga del Vajont, provocando un’onda che travolge e distrugge il paese di Longarone. E’ il Disastro del Vajont e le vittime saranno più di 2.000.
  • Kennedy fu assassinato il 22 novembre del 1963, a Dallas nel Texas.

 

   
   

avezzano t2

t4

1963

t3

avezzano t4

t5