L’economia boschiva è in questo periodo trainante per le casse del Comune e vanno avanti le opere inerenti le infrastrutture del paese. L’amministrazione perde le entrate sul consumo delle bevande, ma il bilancio, grazie alle vendite dei boschi, sembra non risentirne.

Viene tolto il Parco delle Rimembranze all’inizio del paese e viene spostato lungo il viale del cimitero. Si approva il progetto per l’ampliamento dell’edificio scolastico che deve servire per le scuole medie. Si installano i contatori dell’acqua e si sostituisce il vecchio telefono del Comune, con uno teleselettivo con cinque apparecchi. Si approva l’impianto teleferico per l’esbosco della legna e si concede una licenza di autonoleggio. Continua l’opera di copertura del Fossato Rio, della rete idrica e fognaria e si finisce di sistemare via Balzo Piccione. Infine si porta avanti l’iter amministrativo della strada per S. Elia e si allarga via Ara Cerone, con l’acquisto di terreni dai privati.

Passando alla cronologia degli eventi tramite le delibere comunali:

C.C. 1) Vendita bosco San Leonardo.

C.C. 2) Vendita materiale legnoso detraibile boschi Sant’Elia e Vallone Scuro.

C.C. 7) Costruzione rete idrica e fognaria. Ora non più con mutuo di 10 milioni, bensì di venti con Cassa Depositi e Prestiti.

C.C. 8) Imposta di consumo. Le minori entrate, determinate con legge1079 del 18/12/59, con la soppressione dell’imposta di consumo bevande dal 1 gennaio 62, sono pari a 500.000 lire annue circa di minori entrate, presa d’atto nel capitolo di bilancio.

C.C. Abbattimento piante ex Parco della Rimembranza. Stava al rione casette, dove ora c’è la prima strada a destra entrando a Collelongo da Trasacco. Premesso che il Parco, ricordo dei caduti della 1° guerra mondiale, era stato trasferito lungo il viale antistante il cimitero, si decise di tagliare gli alberi ivi esistenti, per rendere il luogo più decoroso. Il materiale legnoso detratto viene usato per riscaldare gli uffici comunali, le scuole elementari e l’asilo infantile (Ippocastani).

C.C. 11) Bilancio preventivo anno 1962 di lire 28.578.967 .

C.C. 12) Assegno uso civico a bosco Ceraso. Il taglio viene fatto in economia diretta dal Comune.

C.C. 15) Approvazione progetto ampliamento e riattamento edificio scolastico, lire 21.250.000.

C.C. 17) Rete idrica acquisto contatori. Rifatta la rete ed eliminati gli sprechi principali, ora si cerca di far fare un giusto uso dell’acqua potabile anche ai cittadini.

C.C. 18) Acquisto impianto telefonico teleselettivo e trasformazione impianto. L’impianto interno divenne a 5 telefoni intercomunicanti con una linea sola (società TIMO). Ora non è più necessario chiamare il centralino per parlare al telefono dal proprio ufficio.

Ora Giunte:

G.C. 4) Nomina di un installatore delle lampade della pubblica illuminazione. La nomina va a Corradi Attilio “Grill” .

“Il Corradi era un tuttofare, faceva anche l’elettricista per i privati e l’imbianchino. Si dedicava un po’ a tutto, era un tipo allegro, sapeva parlare ed era un tipo casa e famiglia. Una persona alta e snella, si sposò con la signora Fiorigia ed ha avuto cinque o sei figli”. Da fonte ricordi dei Moschettieri

G.C. 10) Impianto teleferica per sfruttamento boschi San Leonardo e Selva Piana. La ditta Visca Arturo, già aggiudicataria dei lotti, venne autorizzata ad allungare la teleferica esistente che arrivava a Balsorano, con l’allungamento della stessa all’interno del Comune di Collelongo sin dentro i lotti. I cavi della teleferica stanno ancora lì per terra, vennero portati su con i muli, mentre per fare i cavalletti si usarono i tronchi, così la legna arrivò fino alla Valle Roveto.

Da ricordi dei Moschettieri.

G.C. 23) Assegnazione licenza autonoleggio a Guerino Moro.

La macchina era una 1.100 Fiat targata AQ 14375.

G.C. 24/25) Liquidazione spese. Si dovette pagare alla ditta Guglielmi Pietro ‘Petruccio D’Annantonio’ ‘Carrettiere’ un extra per i lavori necessari alla sistemazione di via Balzo Piccione, per la copertura del fossato ‘Rio’ e per la sistemazione strada cimitero del 1960/61 non coperti dall’Ente Fucino, principale finanziatore delle opere. “Il Guglielmi persona per bene, abita in piazza S. Rocco, sposato con la signora Maria, ha un figlio”. Dai ricordi dei Moschettieri.

G.C. 39) Imposta di famiglia dal 2% fino al 12% sul reddito familiare dei cittadini.

G.C. 41) Nomina a spazzino-becchino a Cianfarani Giuseppe ‘Almesant’. “Quiss è stat un gran lavoratore, una bravissima persona e teneva molto al lavoro che svolgeva. Un uomo di media statura, sposato con la signora Gina ed ha avuto due figli”. Dai ricordi dei Moschettieri.

G.C. 68) Acquisto piante di cipresso.

L’anno precedente furono piantati i cipressi al viale del cimitero ed all’ex Parco delle Rimembranze, ma per la lunga siccità, molte si seccarono e fu necessario rimpiazzarle.

G.C. 72) Richiesta di lire 55 milioni circa come contributo per esecuzione lavori di completamento rete idrica e fognaria, secondo lotto, in base a legge 589 del 03/08/49.

G.C. 73) Progetto strada forestale Collelongo-Vallone Sant’Elia. Cessione gratuita di terreno occorrente per ottenere il finanziamento da parte della Cassa del Mezzogiorno, ed impegno alla sua manutenzione una volta realizzata. Nell’illustrazione del Sindaco, si fa riferimento alla ulteriore possibilità da parte di tutti i cittadini di poter arrivare, con i propri mezzi meccanici, nei bei boschi e nei pascoli montani, e, non ultima, la possibilità di sviluppare il turismo.

G.C. 82) Allargamento di via Ara Cerone, acquisto terreno.

Note del tempo e foto: · Il 20 febbraio, John Glenn è il primo statunitense in orbita nello spazio, ma l’anno precedente un russo, Jurij Alekseevič Gagarin lo aveva anticipato nell’evento. · Il 6 maggio Antonio Segni è eletto Presidente della Repubblica Italiana al nono scrutinio. · Ad ottobre esce in Inghilterra il primo singolo a 45 giri dei Beatles.

avezzano t2

t4

1962
1962

avezzano t4

t5