t1

t2

Nel 62 vengono completate alcune opere pubbliche, ci furono abbondanti nevicate, nasce il chiosco della pineta e, cosa di primario interesse per Grande Domenico, la richiesta ed apertura di due corsi professionali di tipo agrario, che riuniva tutti i ragazzi della Vallelonga a Villavallelonga. Ancora forte è l’emigrazione, sia interna sia esterna, degli abitanti del paese.

Passando ora ad un’ analisi degli elementi amministrativi, abbiamo in ordine cronologico:

G.C. 2) “Assegnazione uso civico” la posizione delle delibere amministrative, sempre ad inizio anno dell’uso civico legnatico, se non a volte anticipato di un anno, garantiva al Comune di avere sempre la certezza di soddisfare le esigenze di riscaldamento della popolazione.

G:C. 18) “Pagamento di 55 spalatori neve”

G.C. 19) “Sistemazione piazza Olmi e IV Novembre”

G.C. 20) “Richiesta sessioni corsi professionali di tipo agrario”

G.C. 24) “Apertura 1° corso Scuola Professionale Agraria”

G.C. 33) “Apertura 2° corso Scuola Professionale Agraria”

G.C. 35) “Richiesta per chiosco località Pineta” Fu per l’epoca un’alternativa agli altri locali di stampo antico (tipo la cantina dove si beveva e giocava a carte, frequentata da soli uomini adulti), ponendosi come un luogo di incontro per i giovani, dove anche le ragazze avevano uno spazio insieme ai ragazzi. Con la musica del jou-box e dal vivo è rimasto per molto tempo il luogo di incontro più all’avanguardia del paese, aperto oltre che ai giovani, anche alle famiglie ed ai turisti. In un certo senso è stato il locale che più ha favorito l’evoluzioni della collettività, rispetto al mondo precedente, anche a livello sociale e di confronto con il mondo esterno. Da: mio personale pensiero.

G:C. 45) “Fitto pascoli in ‘Aia Canale’ e ‘Fonte Astuni’”

G.C. 56) “Appalto rete idrica e fognaria” Questa voce la vediamo spesso ricorrere e anche in seguito si ripeterà. Questo è dovuto al fatto che le opere, anche per motivi di spesa, non si potevano fare tutte insieme, ma poco alla volta, così le varie amministrazioni hanno cercato di completare, per quanto possibile, i servizi fognari del paese nel tempo.

G.C. 60) “Recinzione bosco Difesa per pascolo bovini” L’allevamento delle mucche, ora come in seguito, è un vero problema per tutti gli agricoltori che vedono spesso distrutti i propri campi dalle mucche al pascolo libero.

G.C. 72) “Inaugurazione Scuole Elementari ed Ambulatorio”

G.C. 85) “Acqua potabile fonte Aceretta e Fonte Astuni coop il Progresso” Penso si tratti di una forma di gestione o di lavori di incanalamento delle acque.

G.C. 113) “Fogna località Santa Lucia”

G.C. 131) “Acquisto mobili aula consiliare” dalla ditta Quizzi appalto del 18/12/61. Credo siano i mobili attuali dell’aula consiliare del comune.

Emigranti: interni 36 esterni 26

Abitanti: 1565 di cui donne 850 ed uomini 715

avezzano t2

t4

1962

t3

avezzano t4

t5